MANERBA – Due domeniche dedicate alla storia e archeologia del Territorio

0

L’Associazione Culturale Valtenesi organizza nel mese di maggio due giornate dedicate alla storia e all’archeologica del territorio di Manerba.

LocandinaGEN

 

Domenica 11 alle ore 16: “Non omnis moriar/Non morirò del tutto (Orazio, III, 30): le sepolture del Riparo Valtenesi attraverso lo studio dei resti scheletrici“. Attraverso immagini e l’osservazione diretta dei reperti ossei provenienti dalle sepolture rinvenute negli scavi presso la località Riparo Valtenesi, sarà possibile comprendere come l’antropologia e lo studio dei resti ossei possano accrescere le nostre conoscenze sul mondo antico e siano ormai discipline con le quali l’archeologo può capire e intepretare l’antichità.

Domenica 18 maggio ore 16: “Il Vino specchio dell’uomo. La viticultura in Italia settentrionale in epoca preromana e romana”. Le origini del vino affondano le radici in epoca romana e pre romana, come si può desumere in particolare negli scritti di antichi autori come Virgilio e Plinio. La testimonianza pliniana, soprattutto, colloca chiaramente nella terra del Novariensis agricola la specializzazione tradizionale in una coltivazione di vite in alberata con tralci di impressionante lunghezza (secondo la classica tecnica dell’arbustum gallico), che produceva vini aspri e torvi, cioè ad alto contenuto tannico. La descrizione degli scrittori antichi delle enormi botti della Cisalpina per l’invecchiamento evidenzia come questi vini, probabilmente consumati puri o con scarsa associazione di resine, avevano necessità di una consistente ossigenazione. Greci, Etruschi e Romani tendenzialmente conservavano il vino in anfore, mantenendolo molto corposo e resinato e consumandolo fortemente annacquato, talvolta caldo, mentre Celti e Germani bevevano vino schietto e non resinato né annacquato.

Le lezioni si concluderano nelle sale espositive del museo per una visita guidata dei reperti esposti e con un piacevole aperitivo con i prodotti tipici del lago.

Entrambi gli incontri si terranno presso il Museo di Manerba. La durata è di 2 ore circa. Contributo a persona 7 euro. E’ gradita la prenotazione al numero 339 6137247 o scrivendo a museodimanerba@libero.it