SAN PELLEGRINO TERME – San Pellegrino si prepara al restauro del Tempio dei Caduti

0

Il restauro conservativo del Tempio dei Caduti è un impegno che la Parrocchia di San Pellegrino si è assunta, in qualità di proprietaria del bene immobile, per restituire alla comunità un pezzo signifcativo della sua storia.
Problemi di sicurezza hanno costretto la Parrocchia alla chiusura dell’edificio nel novembre 2011, pochi giorni dopo il distacco dalla volta di un blocco di calcestruzzo che sfiorò un fedele. Il costo complessivo del progetto di restauro conservativo è stato calcolato in 750 mila euro. Tale cifra comprende anche la riqualificazione dell’area esterna pertinenziale al monumento, che verrà sfruttata anche per la realizzazione di elevazioni musicali e mercatini tematici: centomila euro sono stati già stanziati dal Comune di San Pellegrino, mentre parte dei restanti fondi dovrebbero arrivare da fondazione Cariplo di Milano, dalla Regione Lombardia e da altre fondazioni ed enti pubblici.

L’intento è quello di coinvolgere nel progetto di riapertura del Tempio la cittadinanza tutta: singoli cittadini e associazioni del territorio, tra queste per esempio l’Associazione Combattenti e Reduci di Guerra di San Pellegrino.tempio-dei-caduti
Il progetto online ha un obiettivo ben preciso, è mirato alla raccolta di fondi a sostegno del restauro dei mosaici presenti nel Sacrario. La decorazione interna del Tempio armonizza bene i due caratteri del monumento: il sacro e il civile-militare, al suo interno sono custodite le lapidi di 48 caduti delle due guerre mondiali provenienti dalla cittadina. In quest’ operazione la Parrocchia sta dando tutto il supporto necessario. Il progetto, come immaginabile, ha un costo notevolmente superiore ai 1500 euro che la parrocchia sta raccogliendo tramite Kendoo, si tratta di un piccolo primo passo.