TRENTINO – Biblioteca digitale, quasi 11mila gli utenti iscritti

0

Quasi 11 mila utenti iscritti in 50 biblioteche del Sistema bibliotecario trentino: questi i numeri della piattaforma digitale MedialibraryOnLine (MLOL), il servizio offerto, con il supporto della Provincia autonoma di Trento. La sezione Edicola di MLOL presenta più di duemila periodici fra quotidiani e riviste, fra i quali “Il Sole 24 ore”, “La Gazzetta dello sport”, il “Washington Post” e numerosissime riviste straniere nelle lingue più varie, ed è sicuramente il servizio più apprezzato della piattaforma: dopo una costante crescita che ha avuto un’impennata nello scorso gennaio con 10.700 consultazioni, nel mese di marzo esse si sono assestate attorno alle 9.000. Ad oggi gli utenti iscritti alla MLOL sono quasi 11.000, un numero proporzionalmente allineato con gli utenti “digitali” di regioni come l’Emilia Romagna e la Lombardia, che sono partite con il servizio un paio d’anni prima delle biblioteche trentine. Mensilmente sono circa duemila gli utenti effettivamente attivi, che effettuano una media di quattro consultazioni ciascuno, mentre un migliaio prendono a prestito e-book di tipo commerciale.

biblioteca-digitaleTornando ai quotidiani, sono da evidenziare altre importanti novità in MLOL: “La Stampa” con i supplementi “Tutto Affari” e “Tutto Libri”. Ritorna poi un quotidiano nazionale come “La Repubblica”, con tutti i suoi allegati – “Repubblica sera, Affari e finanza, Il Venerdì, D La Repubblica” e anche “The New York Times-international weekly”, la cui possibilità di consultazione era stata sospesa al novembre 2013, per motivi contrattuali non dipendenti dalle biblioteche. “La Repubblica”, “La Stampa” e il “Corriere della Sera” sono presenti in MLOL anche nella versione Archivio (nella sezione Banche dati) con la possibilità di recuperare articoli degli anni passati.

Della piattaforma fa ora parte anche la versione digitale del quotidiano “Trentino” mentre già da giugno 2013, le biblioteche avevano attivato a favore dei propri utenti alcune licenze del “Corriere del Trentino”, una delle edizioni offerte in digitale assieme al “Corriere della sera”. Per rimanere nell’ambito locale c’è da ricordare che in MLOL sono presenti, nella sezione “Immagini”, anche varie raccolte di cartoline storiche relative ad Arco possedute dalla Biblioteca Bruno Emmert, digitalizzate e pubblicate a cura del Comune.

La MLOL non è comunque solo “Edicola”. Il secondo servizio più gradito è quello del prestito degli e-book: al momento oltre 2.900 quelli disponibili. Vi sono best seller di grandi case editrici, come Mondadori, Einaudi e Feltrinelli, ma anche di piccoli e pure importanti editori, come Minimum fax, o delle case editrici trentine, come Curcu & Genovese e Zandonai. Prossimamente è prevista l’attivazione di un servizio che potrà portare ai cittadini trentini la disponibilità di pressoché tutto quanto viene pubblicato in digitale in Italia (circa 26.000 sono acquistabili sulla piattaforma MLOL). Si tratta infatti di un servizio di “prestito interbibliotecario”, in fase di sperimentazione in Lombardia e Emilia Romagna, che dà la possibilità di prendere a prestito gli e-book non posseduti dalle biblioteche trentine ma disponibili negli altri sistemi bibliotecari che adottano Medialibrary Online. Ad oggi infatti sono più di tremila le biblioteche che lo utilizzano.

Sono circa 900 gli utenti che ogni mese scaricano, cioè prendono a prestito circa 2500 e-book commerciali (definiti in MLOL “e-book download”). Non va comunque dimenticato che gli e-book commerciali si affiancano ai più di 25.000 e-book non coperti da diritti, per lo più di classici, e quindi liberamente scaricabili.

Altrettanto interessanti sono gli audiolibri, con i classici ben rappresentati sia in italiano che in inglese. Infine, un particolare tipo di audiolibro, specificamente pensato per chi ha difficoltà di lettura è l’audio-ebook. Una nuova tipologia di media in un innovativo formato ePub3, che unisce l’ePub per la lettura testuale al formato Mp3 per l’ascolto. Le attività di lettura e ascolto possono essere svolte indipendentemente l’una dall’altro, ma il formato è ottimizzato per la fruizione dell’opera con lettura e ascolto coordinate e guidate dalla evidenziazione della frase che si sta leggendo/ascoltando. La velocità di lettura è modificabile e quindi adeguabile alle necessità del fruitore. Uno strumento utile in generale per l’apprendimento e la didattica (si pensi ad esempio agli studenti stranieri), ma indicato specificamente anche per i problemi di dislessia.