LUMEZZANE – Il Patarò travolge Sondrio, assicurandosi il primato

0

Tabellino

Sondrio 0 – 26 Patarò Lumezzane

Sondrio: Di Clemente; Colli, Gobbi, M. Schenatti, Guizzaedi, De Buglio, Antoniazzi; C. Della Cristina, Sole, Silvestri; Della Bosca, Pontiggia; Spandri, F. Dalla Cristina, Azzalini. A disposizione: Amonini, Dal Pozzo, J. Duca, Varisto, Dal Toè, Moretti. Allenatore: Matteo Ortelli

Patarò Rugby Lumezzane: Tamburri  (25’ st Bettinsoli); Masgoutiere (19’st Cudicio), Scaramella, Raza (1’st Zaffino), Costantini, Locatelli, Cittadini; Cuello, Ghizzardi (22’ st Seminara), Rizzotto; Scotuzzi, Montini (10 ‘ st Bellandi); Peveroni (1’ st Piciaccia), Zoli (17’ st Cairo), Vitrani. Allenatore: Michael Gosling.

Arbitro: Rinaldi (Modena)

Marcatori: Pt: 14’ m Cuello tr. Scaramella; 25’ m Masgoutiere, 36’ m Costantini tr. Scramella; St: 14’ m Zaffino tr. Scaramella

Note: fine Pt: 0 -19; Spettatori:200; Cartellini gialli: 30’ pt Sole, 8’ st Vitrani, 31’ St F. Dalla Cristina e Bellandi; Man of the match: Cittadini.

rugby_lumezzane_logoNeanche la fortezza valtellinese del Sondrio si è rivelata un ostacolo per il Patarò Lumezzane che proprio sul campo sintetico della formazione di Ortelli e Gleyze si assicura matematicamente il primo posto del proprio girone di serie B, infilando  altri 5 punti in classifica. Una missione non riuscita ai rivali dell’Asr Milano che, pur avendo superato Parabiago,  non hanno  siglato quattro mete. Da primi delle classe i rossoblù avranno un cammino sulla carta più semplice nei play off, affrontando la seconda e non la prima forza del girone D. Ma il quindici di Gosling stabilisce anche un nuovo primato. La compagine valgobbina  è ,infatti,  l’unica ad aver lasciato i padroni di casa completamente a bocca asciutta, impedendogli di oltrepassare la linea bianca.

È la solida ed organizzata prova difensiva dei valgobbini ad impressionare maggiormente al termine di un incontro duro sul piano fisico.  In due occasioni, una nella prima frazione di gioco ed una nella ripresa, il Lumezzane ha, infatti, difeso la propria linea di meta con determinazione per oltre dieci minuti, respingendo le prepotenti incursioni per linee dirette dei padroni di casa.

I rossoblù hanno sofferto solo in mischia chiusa riuscendo, però, ad avere la meglio nel periodo conclusivo. Privato della consueta supremazia nelle fasi statiche del gioco, il Lumezzane ha sfruttato i piedi di Locatelli, Citatdini e Tamburri per guadagnare terreno e la velocità ed incisività dei propri trequarti per marcare le quattro mete necessarie ad acquisire vittoria e bonus.

Lo score si sblocca solo al 14’ : i valgobbini rubano un ovale in rimessa laterale macinano metri con Scotuzzi e vanno a segno con capitan Cuello. Scaramella trasforma per il 7-0. Al 24’, una mischia chiusa ottenuta a 5 metri di distanza dalle Acca del Sondrio si rivela l’occasione per muovere nuovamente il punteggio. Arginata la spinta del pack dai padroni di casa,  Locatelli serve un perfetto assist a Masgoutiere che in beata solitudine segna alla bandierina. I Conti del primo tempo si chiudono al 36’ con una splendida invenzione del mediano di mischia Cittadini che confeziona un perfetto calcio passaggio rasoterra per Costantini. L’ala dei rossoblù raccoglie poi l’ovale per schiacciarlo in mezzo ai pali. La successiva trasformazione di Scaramella manda il Patarò al riposo in vantaggio per 19-0. Il bonus,però, arriva solo al 14’ della ripresa grazie al centro Zaffino lanciato oltre la linea bianca da Locatelli.

Queste le parole di coach Gosling a fine gara: “Sondrio non ha mai mollato e  ci ha sporcato parecchi palloni nei raggruppamenti impedendoci di far circolare velocemente l’ovale.  Siamo riusciti a vincere con bonus su un campo difficile e siamo gli unici ad aver impedito ai valtellinesi di segnare punti. Questa è un buon segno ed il nostro obiettivo è stato raggiunto anche oggi”.