BRESCIA – Acqua, una raccolta collettiva dei residenti per l’esame sul cromo VI

0

Nonostante il sindaco Emilio del Bono abbia revocato l’ordinanza con la quale vietava ai residenti di via Razziche di usare a scopi alimentari l’acqua del rubinetto, e sebbene l’allarme sembri rientrato, qualche dubbio ancora si insinua nei cittadini, nei quali ancora vivo è il timore che l’acqua dei rubinetti delle proprie abitazioni possa contenere cromo VI in misura superiore ai limiti di legge.

acquaEcco quindi che, come riportato da Il Giorno, il laboratorio ambiente del Meetup di Brescia ha deciso di organizzare una raccolta collettiva di campioni di acqua del rubinetto. Campioni che verranno poi portato in un laboratorio certificato Accredia per gli esami. Coloro che hanno aderito all’iniziativa, avverso pagamento di un importo di 20 euro, potranno conoscere la concentrazione di cromo VI nell’acqua che scende dai rubinetti della propria abitazione.

L’analisi collettiva, essendo l’acqua prelevata da soggetti privati e non già dalle autorità, non ha valore legale ma consente comunque di indagare la salute dell’acqua bresciana. Ovviamente l’augurio è che i risultati siano negativi.
L’iniziativa ha riscosso grande successo: numerosi sono infatti stati i campioni raccolti, consegnati poi al laboratorio accreditato. I risultati saranno disponibili fra una quindicina di giorni.