VALTROMPIA – Nuovi corsi Civitas nei consultori contro gli incidenti domestici

0

“Civitas”, dopo la buona adesione agli incontri proposti sul tema degli incidenti domestici alla sede consultoriale della bassa valle organizzati in collaborazione con la cooperativa “La Vela” e con il Comune di Concesio, ripropone il doppio appuntamento anche nelle altre sedi: 22 e 28 aprile al consultorio di Sarezzo, 3 e 10 giugno al consultorio di Lumezzane con il patrocinio dei rispettivi Comuni. I due interventi dedicati ai genitori e condotti dall’assistente sanitaria dei consultori Civitas verteranno sui temi “Gli incidenti domestici: casa dolce casa!” e “Primo soccorso: un genitore può!”.

Incidenti domesticiLa scelta di promuovere due incontri in ogni sede consultoriale deriva dal fatto che gli infortuni accidentali in gran parte si verificano all’interno delle mura domestiche, rendendo la sicurezza in casa un tema attuale e sentito. “Oltre la metà di tutti gli incidenti ai bambini non accadono per strada, bensì tra le pareti domestiche: l’età più a rischio è quella tra i due e i tre anni – sostiene Francesca Stefana, coordinatore professionale educatori – i bambini infatti vedono il mondo con occhi diversi dagli adulti. A differenza dei ‘grandi’, non sanno ancora riconoscere rischi e pericoli. Molte cose del tutto scontate per un adulto, possono rivelarsi fatali per i più piccoli”.

Per ridurre i numerosi incidenti che li vedono coinvolti serve dunque una maggiore informazione sulle fonti di pericolo, rivolta ai genitori e alle persone che si occupano di loro. E’ dovere degli adulti assumere comportamenti improntati alla sicurezza, adottare ogni precauzione utile a garantire l’incolumità dei piccoli, educare i soggetti in età evolutiva affinché imparino a comportarsi in maniera prudente. Secondo gli esperti, circa il 60% degli incidenti ai bambini potrebbe essere evitato adottando adeguate misure preventive, ad esempio una maggiore sorveglianza o l’impiego di dispositivi tecnici di sicurezza. E’ dimostrato che un bambino agile si fa male con minore frequenza e spesso in maniera meno grave.

Stimolare lo sviluppo della motricità e quindi la sicurezza motoria significa garantire ai bambini spazi, tempi e strumenti adeguati a soddisfare il loro naturale bisogno di movimento. “Trattare questi temi in un gruppo – conclude Lucia Cancarini responsabile dei consultori familiari Civitas – può essere di grande aiuto: i genitori possono confrontarsi, comprendere ciò su cui devono porre maggiore attenzione, trovare strategie per rendere autonomi, ma attenti i figli”. Per avere maggiori informazioni sui corsi si può telefonare direttamente al consultorio del territorio di riferimento (Concesio tel. 030.2754175, Sarezzo tel. 030.8902065 e Lumezzane tel. 030.8922925) oppure consultare il sito internet. La partecipazione agli incontri è libera e gratuita.