ROMA – Def, rilancio di infrastrutture ed edilizia scolastica

0

Riqualificazione degli edifici scolastici, semplificazioni in edilizia, riduzione del numero di stazioni appaltanti e nuovi modelli di partenariato pubblico-privato. Sono queste alcune delle strategie che il Governo ha presentato nel Documento di economia e finanza (DEF), approvato dal Consiglio dei Ministri, per imprimere una forte accelerazione al processo di riforma strutturale dell economia, per una nuova e sostenibile ripresa della crescita e dell occupazione. Nel Documento si pone l’accento dunque sull uscita in via definitiva dalla crisi finanziaria attraverso un serrato e preciso cronoprogramma che impegna il Governo in scadenze ravvicinate, con interventi normativi e attuativi rapidi e certi.

????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????Sul piano delle infrastrutture, l’obiettivo è di coinvolgere i privati nelle grandi opere e creare nel nostro ordinamento nazionale una disciplina speciale per il PPP (Partenariato pubblico-privato), esterna al Codice dei contratti pubblici, in modo da sviluppare chiari modelli nel campo delle piccole e medie infrastrutture. Nel documento si parla, inoltre, di utilizzare in maniera più efficace e razionale le risorse disponibili e, in particolare, i fondi strutturali europei per investimenti su progetti immediatamente cantierabili privati e di favorire le piccole opere, ad esempio quelle per il Programma 6.000 campanili, rivolto a piccoli Comuni per la realizzazione di interventi con il coinvolgimento di piccole e medie imprese locali.

Fonte: Confartigianato Imprese Brescia