PADENGHE – M5S, “L’ambiente prima di tutto e basta cemento”

6

La tutela dell’ambiente e l’alt al cemento sono le “bio”fondamenta su cui il gruppo pentastellato baserà il proprio programma elettorale.

bastcem

Prendendo come spunto la V.A.S. del 2008, commissionata dall’amministrazione Allegri allo studio dell’Arch. Rovati, il M5S locale ha fissato le proprie linee guida.

Per quanto riguarda l’aria – fa sapere il candidato sindaco A. Paccagnella – già nel 2005 i dati ARPA sottolineavano criticità “per fonti di emissioni di sostanze inquinanti da combustioni non industriali e dal trasporto su strada”. E non è tutto. Gli studi sul rumore (dati ECOSTUDIO) evidenziavano che in diciotto aree su ventidue considerate i limiti di zonizzazione erano superati. Allo stesso modo, l’inquinamento luminoso (dati I.E.S. 2008) fu definito molesto in dodici zone comunali ed in nove private.

Acqua e suolo non se la passavano meglio. Sempre nel 2008, infatti, il centro rilevamento di Sirmione mise in risalto numerose anomalie nei campionamenti effettuati, tra cui il superamento dei valori inquinanti da nitrati dai 10 ai 12 mesi l’anno. A ciò si aggiungeva l’indice delle perdite dell’acquedotto comunale, pari al 42% e superiore alla non allettante media nazionale del 39%. Quanto al suolo, i carotaggi eseguiti da ARPA nell’ex cava Maraggi riportarono la presenza di rifiuti contaminati oltre i limiti dell’accettabilità.

Lo studio della V.A.S. – prosegue Paccagnella – ha anche dato modo di conoscere nel dettaglio vincoli ambientali e relative raccomandazioni che fanno di questo documento uno strumento essenziale per la buona gestione del territorio. Da quella data però non è dato sapere quali interventi siano stati eseguiti e quali no, quali raccomandazioni ed impegni siano stati rispettati e soprattutto quali siano i valori recenti dell’indagine così approfonditamente svolta nel 2008. Tale indagine avrà sicuramente scaturito un costo per l’Amministrazione, ma crediamo sia essenziale porci con frequenza l’interrogativo su quale sia lo stato di salute dell’ambiente in cui viviamo per il rispetto della nostra qualità della vita e di quella dei nostri figli”.

Non mancano, infine, le frecciate all’amministrazione in carica e ad una lista avversaria. Si fa riferimento in particolare ad un assessore che “non ha risposto a nessuna delle domande sull’edilizia dicendo di non sapere nulla”, all’attuale sindaco “che ha votato a favore del PGT 2009 che cementificava Padenghe all’inverosimile” e ad una componente della lista Padenghe sei tu, la quale “durante i suoi anni da consigliere di maggioranza ha votato a favore di numerose concessioni edilizie”. “Noi riteniamo invece importante – concludono i giovani grillini – salvare il territorio e, in caso di elezione, apriremo un tavolo sul PGT con i cittadini. Dove sarà possibile toglieremo tutte le metrature concesse prive dei permessi di costruzione. Questo sarà possibile farlo grazie alla sentenza del Consiglio di Stato (Sez. IV n°6656 del 21/12/2012) che ha definitivamente stabilito che non esistono diritti edificatori né vocazioni edificatorie dei suoli non ancora edificati”.

 

6 Commenti

  1. Non sono state citate riguardo al consumo di suolo due importanti scelte dell’ attuale Amministrazione: – richiesta di VARIANTE al PGT, che ne riduce drasticamente il consumo, – ISTITUZIONE di PLIS (Parco Locale di Interesse Sovracomunale). Tanti auguri a tutti di Buona Pasqua!

  2. Non sono stati citati neppure tutti i cantieri partiti sotto quest’amministrazione nelle varie zone del paese. Ok che la Merialdi è in lista però vede sempre e solo quello che le fa comodo. Buona Pasquetta.

    • tutti i cantieri sono partiti per aree edificabili concesse negli anni precedenti a questa amministrazione, negli ultimi 5 anni invece non sono stati concessi nessun mq2 edificabile anzi ne è stato tolto.
      Ad ognuno il suo

      • Infatti il PGT 2009 da chi fu votato? Ci mancava solo che ne fossero pure aggiunti!!! E non mi sembra che ne siano stati tolti molti, a meno che Bertanigra e Levrini non siano allucinazioni.

Comments are closed.