BRESCIA – Fedina penale pulita per chi lavora coi minori

0

A partire dallo scorso 6 aprile, per effetto di una norma comunitaria recepita nel nostro ordinamento, chiunque voglia assumere dipendenti o collaboratori che lavorino a stretto contatto coi minori deve richiedere presso il casellario giudiziale il certificato antipedofilia, il quale attesta l’assenza di reati commessi in precedenza contro appunti i minori.

babyNumerosi sono i chiarimenti richiesti al Ministero della Giustizia in merito e numerose sono le associazioni e le federazioni che polemizzano riguardo a tale scelta. A Brescia, il funzionario giudiziale responsabile del casellario ha spiegato che le richieste già evase sono tantissime, così come le telefonate e le e-mail con le quali vengono chiesti chiarimenti.

Secondo la nuova normativa, la richiesta deve essere presentata dal datore di lavoro e non dal lavoratore, il certificato antipedofilia non è retroattivo ed è quindi necessario solo per le assunzioni dal 7 aprile in poi. Inoltre, per il mondo del volontariato non è necessario, così come sono esenti dall’onere di richiederlo oratori e associazioni sportive, colf e baby sitter.