TAVERNOLE – Famiglia abusiva in affitto, il 10 aprile la Lega in presidio

0

La sezione della Lega Nord di Tavernole sul Mella e il Movimento Giovani Padani della provincia di Brescia si mobilitano per sostenere una battaglia di civiltà e giustizia sociale, si legge in una nota diffusa dal Movimento Giovani Padani. “Chiunque abita un alloggio in affitto – afferma Marcello Sanfelici, coordinatore provinciale del Movimento – deve farlo alle condizioni stabilite dalla legge: basta con le occupazioni abusive in nome del tanto sbandierato diritto alla casa.

Giovedì presidio della Lega davanti al Comune
Giovedì presidio della Lega davanti al Comune

La vicenda ha del clamoroso, ma purtroppo è tutto drammaticamente vero: nel marzo 2013 gli inquilini di un appartamento di Tavernole, una famiglia di nazionalità marocchina, ricevono lo sfratto esecutivo per finita locazione a seguito di una sentenza del Tribunale di Brescia. Ciononostante gli affittuari non riconsegnano l’appartamento alla proprietà: ormai da diversi mesi queste persone occupano senza alcun diritto la casa di altri. È scandaloso. Per ben tre volte è stato programmato l’accesso dell’ufficiale giudiziario per la riconsegna dell’immobile come da ordinanza del Giudice – prosegue Claudio Maggioni, segretario della sezione della Lega Nord di Tavernole – tuttavia, a causa della presenza di alcuni membri delle solite associazioni di sinistra e vista la mancanza di adeguata assistenza della forza pubblica a supporto dell’ufficiale, gli abusivi non hanno mai abbandonato la casa.

Lo stato è ostaggio della volontà di un gruppo di estremisti di sinistra e non tutela i cittadini onesti, scaricando su questi ultimi il costo di “concedere” la propria casa a chi non ha diritto di abitarla”. Il prossimo tentativo di esecuzione dello sfratto è fissato per giovedì 10 aprile. “Per quel giorno organizzeremo un presidio di fronte al municipio di Tavernole a partire dalle ore 9 e che durerà per tutta la mattinata – concludono i due esponenti leghisti – per chiedere che venga ripristinata la legalità e che gli abusivi lascino l’abitazione restituendola finalmente al legittimo proprietario”.