BRESCIA – “Il ritorno. Storia migrabonde”, libro alla Casa del Popolo

0

Domani, mercoledì 9 aprile alle ore 20.30, presso la Casa del Popolo “Euplo Natali”, in via Risorgimento 18, a Brescia, per il ciclo di iniziative “Finestre sul mondo”, il Circolo Arci Colori e Sapori organizza la presentazione del libro “Il ritorno – Storia migrabonde” Di Ana Kramar Gilgamesh Edizioni. Con l’autrice bosniaca interviene anche l’editore Dario Bellini. Presenta Agostino Zanotti presidente dell’associazione per l’Ambasciata della Democrazia Locale a Zavidovici. L’ingresso è libero.

Storia migrabondeQuesto libro è un puzzle: di ricordi, nostalgie, desideri, di perdite e di ritrovamenti. La scrittura di Ana Kramar nasce dall’esigenza profonda, umana ancor prima che letteraria, di ricostruire un mondo perduto, distrutto dalla guerra e dalla lontananza, ed è guidata da una vivida immaginazione che sopperisce ai ricordi, quando questi si rivelano incerti o troppo dolorosi. Eppure l’autrice non sfugge certo il dolore, anzi se ne serve per fondare una piccola epica dello sradicamento sulle macerie delle memorie; uno sguardo, al tempo stesso intimo e sociale, assolutamente vitale, a metà tra la disperazione e la speranza, tra il sogno e la reminiscenza.

Persino la lingua “matrigna” di cui si serve è funzionale a questa volontà di ricreare qualcosa che esca dalle secche del memoriale e che si presenta al lettore come un mondo concreto, coraggioso, che guarda al domani e a un’umanità interetnica finalmente pacificata dalla condizione comune della provvisorietà. Da queste storie migrabonde emerge una “potenza ombelicale”, un ponte personale e culturale sul quale Ana Kramar si muove con la disinvoltura di un’equilibrista. Un ponte sospeso ma “edificabile”, che ci rivela le qualità umane e artistiche di una scrittrice vera.