SABBIO CHIESE – Nel garage di un operaio l’alluminio rubato in ditta e armi

0

Nella notte del 4 aprile 2014 i militari del Comando Stazione CC di Sabbio Chiese hanno arrestato per furto aggravato e detenzione illegale di armi da fuoco un operaio valsabbino, classe 1956, con precedenti.

7 sabbio

I militari hanno fermato e controllato il soggetto mentre viaggiava, a bordo della propria autovettura, per le vie del paese.

Poiché pareva alquanto nervoso è stato perquisito e la stessa sorte è toccata alla sua automobile: curioso è stato il ritrovamento di uno zaino contenente circa 5 kg di alluminio pressofuso, che l’uomo ha ammesso di aver prelevato dalla ditta in cui è impiegato quale operaio.

Le operazioni di perquisizione sono state quindi estese al domicilio dell’uomo: all’interno del garage c’erano altri 15 quintali di alluminio pressofuso asportato dalla ditta e sistemato in fusti per olio.

7 sabbio m

Sono stati trovati anche due fucili da caccia, un calibro 28 marca artigianale, funzionante e privo di matricola, un calibro 20 Beretta, funzionante, una pistola revolver funzionante e numerose cartucce da caccia di vario calibro ed una baionetta da guerra della lunghezza di 30 cm: tutte armi illegalmente detenute, poiché l’uomo è privo di qualsivoglia requisito per il possesso.

Armi e munizioni sono state sequestrate in attesa degli accertamenti tecnico-scientifici, il metallo è stato invece restituito agli aventi diritto.

L’arrestato è ora agli arresti domiciliari: dopo il rito direttissimo l’arresto è stato convalidato e l’uomo scarcerato senza restrizioni, in attesa dell’udienza prevista tra due mesi.