BRESCIA – Reato prescritto per la Santona di Prevalle

0

La vicenda processuale si è aperta nel 2004 e nei giorni scorsi, dopo 10 anni, la prescrizione ha consentito di mettere la parola fine al procedimento.

1894697-bresciaLo scorso venerdì 28 marzo, il procedimento a carico di Tersilla Tanghetti, la Santona di Prevale imputata per associazione a delinquere, si è concluso con una sentenza di archiviazione per intervenuta prescrizione. Ad emettere il non luogo a procedere è stato il giudice Vittorio Masia, il presidente della Prima Sezione Penale del Tribunale di Brescia. La 57enne lumezzanese, che ha sempre proclamato la sua innocenza, tira un sospiro di sollievo.

Va ricordato che la donna, lo scorso luglio, aveva già incassato un verdetto favorevole, una sentenza di non luogo a procedere per avvenuta prescrizione per quanto riguarda gli altri reati di cui era imputata, cioè quello di maltrattamento e sequestro di persona. Stesso epilogo processuale per l’accusa di riduzione e maltrattamento in schiavitù.