BRESCIA – Irruzione a Green Hill: inizia il processo contro i 13 attivisti

0

Nell’aprile del 2012, nel corso di una manifestazione contro il “canile degli orrori”, tredici persone fecero irruzione a Green Hill e liberarono i beagle, facendoli passare sopra la recinzione dell’allevamento di Montichiari.

Beagle-Green-Hill-sequestratoI tredici, quattro uomini e nove donne, sono stati rinviati a giudizio e nei giorni scorsi ha avvio il processo. Sono chiamati a rispondere, a vario titolo, per resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento, furto, rapina e lesioni personali. Vennero fermati e accompagnati in carcere la sera dello stesso giorno in cui avvenne la liberazione dei cani, ma qualche giorno dopo furono rimessi in libertà.

Il dibattimento è ormai entrato nel vivo e davanti al giudice hanno reso dichiarazioni i testimoni chiamati dal pm Ambrogio Cassiano e dalla parte civile. Sono state sentite le forze dell’ordine, alcuni rappresentanti dell’azienda, i Carabinieri della Compagnia di Desenzano e la Polizia locale.

Secondo i responsabili dell’allevamento monteclarense, nel corso del blitz vennero sottratto ben 70 cani e numerosi furono i danni subiti, quantificati in 300mila euro, 100mila dei quali per i beagle rubati e il resto per danni di vario titolo, dai vetri rotti alle reti tagliate.

I vertici della struttura saranno chiamati, il 23 giugno prossimo, a rispondere dei reati di maltrattamento di animali e di animalicidio.