LUMEZZANE – Commercio, contributi dal Pirellone al distretto Valtrompia

0

A seguito della deliberazione di Giunta regionale del 25/10/2012 n. 4254, è stato emanato con decreto del direttore generale n. 1744 del 1 marzo 2013 un nuovo bando con dotazione finanziaria di 1,010 milioni di euro. Il Comune di Lumezzane, facente parte del distretto “Itinerari commerciali della Valtrompia – Distretto diffuso del commercio” di cui il Comune di Gardone è capofila, ha dato la propria adesione al V° bando. La Regione Lombardia ha quindi preso atto delle richieste di contributo presentate ed ha approvato la graduatoria dei finanziamenti concessi, compresa anche la domanda del distretto triumplino. Nel progetto presentato è stato previsto di destinare un fondo, tramite apposito bando pubblico, alle imprese commerciali che hanno codice Ateco previsto dal ddg 1744 del 01/03/2013 e alle associazioni/comitati del commercio per attività di promozione e comunicazione aggregata del Distretto.

Distretto commercioIl V° bando dei distretti del commercio prevede la produzione di alcuni strumenti di comunicazione sul territorio e vede l’incentivazione del commercio, soprattutto quello di vicinato, come logica conseguenza della promozione del territorio. Per questo motivo il distretto ha dato mandato di elaborare e produrre un’applicazione per smartphone (che funziona anche off line su tutte le piattaforme principali), un magazine di distretto (una sorta di rivista del territorio), un sistema di virtual shopping (un portale dove i commercianti possono comunicare, attraverso una password, le loro promozioni e proporre i propri prodotti, smart box (pacchetti giornalieri o di più giorni per vivere il territorio) e coupon (buoni sconto riservati ai commercianti che aderiranno). La produzione delle azioni è interamente a carico del distretto, ovvero della componente pubblica composta dai Comuni aderenti e dalla Regione Lombardia, ma ai privati è richiesta una partecipazione economica agli strumenti per far sì che gli stessi possano essere diffusi in forma abbondante sul territorio e promossi come si conviene.

Il pacchetto proposto ai commercianti prevede un esborso fisso e totale di 300 euro + iva e comprende la presenza dei commercianti con una pagina dedicata sull’applicazione, con il buono sconto inserito nel magazine cartaceo, con la propria vetrina virtuale sul portale dello shopping del distretto (dove è possibile anche l’e-commerce), con l’inserimento della propria attività all’interno del pacchetti smart box. A fronte di questo investimento, il distretto garantisce (a tutti coloro che presentano domanda entro il 30 aprile) un contributo a fondo perduto pari a 150 euro, ovvero il 50 per cento della somma investita. La domanda di contributo è legata a un bando specifico, pubblicato dal distretto, dopo essere stato approvato dalla Giunta del Comune capofila e prevede la compilazione (presso lo sportello del Comune capofila o di quello in cui ha sede operativa l’attività) di un semplice modulo di richiesta, al quale vanno allegati la carta d’identità del legale rappresentante, una visura camerale recente (per l’individuazione del codice Ateco) e la fattura di acquisto del pacchetto.

La chiusura della azioni è fissata per il 30 aprile, senza proroghe. Qualora la dotazione iniziale del bando non fosse sufficiente a coprire tutte le domande, la stessa, per impegno specifico inserito nella delibera del bando, verrà incrementata per soddisfare tutte le richieste. Inoltre, aderendo al Comitato commercianti, che come previsto dalla norma può accedere ai contributi, è possibile anche per coloro che svolgono un’attività prevalente non compresa fra i codici Ateco previsti (es. acconciatori, estetisti, fotografi, pasticcerie….) partecipare a questa iniziativa e opportunità. Il Comitato quindi accederà al contributo direttamente e rifatturerà all’impresa 150 euro, anzichè l’importo di 300 euro previsti dal pacchetto.