ROMA – Bollo auto, evasione crea un buco di 850 milioni

0

Tra i tributi maggiormente evasi dagli italiani, c’è il bollo auto. Secondo un’indagine condotta dall’Aci insieme a Quattroruote, emerge un quadro relativo al pagamento del tributo disastroso. L’evasione, in questo caso, ha creato un ammanco per le casse dello Stato di 850 milioni di euro.

BolloAutoI veicoli immatricolati soggetti alla tassazione, infatti, sono 34,4 milioni. Il gettito generato dovrebbe ammontare a 6,45 miliardi di euro ma quello che, effettivamente, le Regioni sono riuscite a riscuotere equivale a 5,6 miliardi. Tra le ragioni dell’ampiezza della cifra vi è, anzitutto, la relativa esiguità delle sanzioni per i trasgressori. I controlli attuati dalle Regioni, inoltre, sono piuttosto blandi, mentre la facoltà di cancellare d’ufficio i veicoli inadempienti dal Pubblico registro automobilistico, operazione che comporterebbe il ritiro della carta di circolazione e della targa, viene applicata molto raramente.

Solo la Lombardia e il Lazio si avvalgono dell’opzione con una certa costanza, mentre i veicoli che sono stati abbandonati o che sono finiti all’estero senza che la loro posizione fosse mai stata regolarizzata sarebbero addirittura un milione.

Fonte: CGIA