BRESCIA – Stamina. De Ferrari: il Civile disse che c’era il brevetto

0

Francesco De Ferrati, il presidente del Comitato etico della Provincia di Brescia, nel corso dell’audizione nell’ambito dell’indagine conoscitiva sul caso Stamina avviata dal Consiglio regionale lombardo, ha spiegato che in una lettera del 5 luglio 2011 gli Spedali Civili di Brescia dissero che Stamina Foundation aveva sviluppato e brevettato negli ultimi 5 anni una metodica di estrazione, espansione, differenziazione e applicazione delle cellule staminali adulte mesenchimali.

????????In realtà, Davide Vannoni aveva presentato due domande di brevetto, una delle quali era stata respinta e l’altra ritirata. De Ferrari ha mostrato in commissione la lettera degli Spedali Civili di Brescia, che risulta essere firmata da tre direttori.
Alla domanda vertente sulla documentazione scientifica e sugli articoli apparsi su riviste internazionali su Stamina, De Ferrari ha spiegato che tale documentazione è stata raccolta da Carmen

Terraroli, la responsabile della segreteria scientifica del comitato etico. Ha quindi sottolineato che, al più, la domanda deve essere posta a lei.

De Ferrari ha aggiunto che l’approvazione del comitato etico era vincolata all’opinione favorevole dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa). “Ci è stato detto che non c’erano condizioni ostative ad un ostacolo da noi visto, e quindi non c’è stato un cambio di lettura da parte del Comitato etico, ma un cambio di decisione sui requisiti di idoneità”.