VAL DI SOLE – 19esimo raduno sci alpinistico in notturna “Ai piedi del Vioz”: prognostici rispettati!

0

Pronostici rispettati nel suggestivo raduno sci alpinistico in notturna “Ai Piedi del Vioz-Memorial Roberto Casanova“, recentemente svoltosi a Peio Fonti nel Parco Nazionale dello Stelvio. Il tradizionale evento, giunto alla diciannovesima edizione, è stato vinto dal polivalente atleta originario della Val di Gresta Daniele Cappelletti, caporal maggiore scelto degli Alpini di stanza al Passo Tonale, plurivincitore stagionale ed al terzo successo consecutivo nella notturna di Peio.

arrivo Daniele CappellettiDaniele Cappelletti, portacolori dell’Adamello Ski Team, ha stabilito il nuovo tempo record (41 minuti e 23 secondi) per percorrere il collaudato tracciato con partenza in linea a Peio Fonti (1350 metri di quota) ed arrivo presso i 2313 metri di altitudine del rinnovato rifugio Doss dei Gembri, risalendo per le piste Mezoli, Taviela e Gembri . Sotto una fitta nevicata, Cappelletti ha distanziato di soli 4 secondi il forte sci alpinista di Rabbi Nicola Pedergnana (Brenta Team), precedendo poi di due minuti il costante Alex Salvadori (Alpin Go Val Rendena). Ottima quarta posizione per l’emergente atleta di casa Omar Dell’Eva (Adamello Ski Team), davanti all’eterno noneso Guido Pinamonti (Bogn da Nia), classe 1967 e già tre volte vincitore in Val di Peio. Tra le donne strepitoso successo della bresciana di Pontedilegno Corinna Ghirardi (Adamello Ski Team), che ha impiegato 51 minuti e 13 secondi, precedendo di ben 6 minuti la compagna di squadra Bianca Balzarini e la solandra Tiziana Rossi (Ski Alp Val di Sole). Tra gli under 18 vittoria di Ivan Zanotelli (Brenta Team), che ha conquistato il trofeo “Carletto Canella” davanti ad Alberto Vender (Gs Formino) e Riccardo Nicolussi (Ski Alp Val di Sole). Premi speciali poi per l’atleta più vecchio (Agostino Pace, classe 1941) ed i concorrenti più giovani (Sofia Moreschini e Davide Moreschini, rispettivamente 9 e 10 anni).

Il prestigioso “7° Memorial Roberto Casanova”, intitolato alla memoria di uno sfortunato giovane di Peio scomparso diversi anni fa in una tragedia della montagna, è stato invece assegnato al gruppo più numeroso, lo Ski Team Val di Non (64 concorrenti). Da sottolineare poi i 18 goliardici appassionati locali he hanno svolto il raduno simultaneamente, grazie a 3 sci lunghi 50 metri. L’emozionante manifestazione, organizzata dall’attiva sezione Sat di Peio con la preziosa collaborazione di Soccorso Alpino, Gruppo Ana Val di Peio, Ufficio Iat Peio Fonti e Pejo Funivie Spa, ha visto al via 680 partecipanti sui 1043 iscritti.