BRESCIA – Raccolta di abiti usati, sbocchi di lavoro e pane alla Caritas

0

Vanno avanti le iniziative della Caritas Diocesana di Brescia. Dal 2008 l’iniziativa di sostegno all’occupazione di “Mano Fraterna” ha favorito la realizzazione di 134 inserimenti lavorativi per persone a rischio di esclusione sociale attraverso accordi convenzionali con il sistema eco-produttivo. A sostegno di questa iniziativa sono stati finalizzati i proventi legati alla raccolta degli abiti usati trasferiti da Cauto alla Caritas Diocesana di Brescia per la gestione del servizio (totale 285.258,89 euro).

Caritas LumezzanePoi, nell’ambito di un’intesa tra Caritas e Cauto per i 15 anni di raccolta di abiti usati dal 1999 al 2014, per dar conto delle iniziative sul fronte dei progetti di inserimento lavorativo e di sostegno all’occupazione, nei giorni scorsi si è svolta una conferenza stampa. Si è data trasparenza sulla raccolta degli abiti usati gestita dal 1999 da Cauto, nonché al valore generato in termini di lavoro, solidarietà e rispetto per l’ambiente. Con l’occasione è stata presentata anche la nuova campagna di comunicazione “Ri-vesti il mondo di valore”.

Il pane ha dato lavoro a 77 persone, 4.433 sono le ore lavorate, 26 le comunità parrocchiali che hanno avviato “cantieri” di opportunità lavorative, 42.770 euro le risorse impegnate. Questo, invece, è il bilancio del primo anno di attività del fondo “Il pane dà Lavoro” costituito a partire dall’Avvento di Carità 2012.

Quanto raccolto durante la Giornata del Pane 2012 (50.170 euro) ha dato infatti avvio alla costituzione del fondo “Il pane dà lavoro” a cui sono titolate ad accedere le Caritas che si fanno progetto per promuovere opportunità per chi è senza lavoro, attraverso lo strumento dei voucher (buoni lavoro accessorio). Per ulteriori informazioni si può contattare lo 030.3757746. Per ulteriori informazioni in merito ai progetti Caritas a sostegno dell’occupazione, si può visitare la pagina dedicata sul sito internet. Sabato 17 maggio ci sarà il convegno delle Caritas parrocchiali.