BRESCIA – In 400 verso Auschwitz, riparte il treno degli studenti

0

Appuntamento venerdì 28 marzo, alle ore 14 presso la stazione ferroviaria, per la partenza di “Un treno per Auschwitz”. Saranno 400 i viaggiatori, in prevalenza studenti di tredici istituti superiori di città e provincia, che si recheranno a visitare il campo di Auschwitz. Si tratta della decima edizione del progetto, avviato a Brescia per la prima volta nel 2005 che, negli anni, ha portato migliaia di studenti e cittadini a visitare il campo in Polonia, simbolo della violenza nazista e che propone un approccio di rifiuto di Auschwitz, dl rifiuto del nazismo e del fascismo, di rifiuto della guerra tra europei che tante tragedie collettive ha determinato.

Treno AuschwitzUn viaggio che riporta alle menti la storia che nasceva all’indomani del secondo conflitto mondiale: la spinta verso una nuova Europa. Un’Europa della pace e della democrazia fondata sulla condanna del nazismo. A questo spirito fa riferimento la decima edizione di “Un treno per Auschwitz”, sin dalla scelta del tema che richiama i processi che condannarono i nazisti. “Norimberga – Auschwitz – Norimberga. Il terribile viaggio dei diritti umani”. Un progetto di educazione civica a tutto tondo, promosso dall’archivio storico “Bigio Savoldi e Livia Bottardi Milani” della Camera del Lavoro di Brescia.

Molte le realtà che concorrono a sostenere l’iniziativa. Anzitutto Cgil, Cisl e Uil di Brescia sono co-promotori del progetto sostenendone l’impegno per la valorizzazione della memoria storica e per il contributo allo sviluppo di una cittadinanza europea consapevole, orientata ai valori della pace e della solidarietà. Una vera Europa dei popoli. Collaborano e patrocinano l’iniziativa i Comuni di Brescia e Vobarno, Aned Anpi e Anei. Molte, poi, le realtà istituzionali e associative che, negli anni, hanno contribuito, a vario titolo, all’iniziativa.

Per l’edizione 2014 si segnalano l’Archivio della Resistenza bresciana e dell’età contemporanea dell’Università Cattolica di Brescia, la Cattedra di Diritto Internazionale dell’Università degli studi di Brescia, Associazione Tapioca di Darfo Boario Terme e ArciRagazzi di Brescia. Come da consuetudine, per i viaggiatori sono previste numerose attività per le ore da trascorrere in treno, la visita al campo, alla città di Cracovia e ai suoi quartieri ebraici. Venerdì, prima della partenza, ci sarà un momento dedicato al saluto della cittadinanza con interventi delle autorità, degli studenti e delle organizzazioni sindacali. Durante la cerimonia di saluto dei partecipanti verrà installata una piccola mostra dedicata al decennale del progetto.