VAL DI NON – L’Apt punta a rilanciare il settore degli appartamenti affittati a scopo turistico

0

Da circa due anni l’Azienda per il Turismo Val di Non ha intrapreso uno percorso di formazione rivolto ai propri soci proprietari di appartamenti affittati a scopo turistico coordinato dal consulente dott. Matteo Bonazza, già ideatore del progetto provinciale “Appartamenti classificati”. L’obiettivo del percorso è accompagnare i partecipanti nel rafforzamento della consapevolezza del proprio ruolo all’interno dell’offerta turistica, nel miglioramento dell’approccio verso l’ospite, nella commercializzazione delle strutture, nell’interpretazione dei bisogni del turista e nella creazione di reti e gruppi di lavoro territoriali.

Val_di_nonIn questi due anni sono stati organizzati sul territorio una serie di incontri nei quali sono state affrontate diverse tipologie di argomento:
•    “L’Appartamento in un mercato turistico in continua evoluzione”. Serate di analisi del sistema appartamenti provinciale “TRENTINO APPARTAMENTI CLASSIFICATI DI QUALITA’” individuandone punti di forza e debolezza, il processo decisionale dell’ospite, le nuove tendenze del mercato e gli elementi su cui porre maggiore attenzione per una più mirata offerta turistica.
•    “Comunicare in modo efficace il tuo appartamento”. Queste serate di approfondimento sono servite a rendere consapevoli gli operatori dei principali cambiamenti nell’ambito della comunicazione della propria offerta all’ospite nonché dei nuovi scenari attraverso i quali è possibile promuovere la propria struttura. Agli operatori presenti sono stati dunque dati nuovi strumenti per una comunicazione efficace e per la commercializzazione dei propri appartamenti.
•    Adempimenti burocratici. Una parte specifica del percorso formativo è stata dedicata all’analisi degli aspetti burocratici relativi alla gestione di appartamenti turistici in particolare al sistema di invio dati per la pubblica sicurezza (a cura dei referenti della Questura di Trento) e a quello di comunicazione dati tramite moduli 704/2A (a cura del Servizio Statistica della PAT), nonché un approfondimento in tema di accertamenti fiscali.

Gli incontri di formazione sono stati solamente il prologo teorico dal quale si è voluto poi dare avvio ad un più specifico percorso sul prodotto turistico “appartamenti” che ha chiesto ad alcuni operatori partecipanti di essere attivi in prima persona per lavorare assieme e raggiungere risultati tangibili. Al di là delle competenze specifiche trattate durante gli incontri infatti l’APT ha voluto rendere consapevoli i protagonisti dell’offerta del ruolo ricoperto all’interno della destinazione turistica e stimolare il loro bisogno di miglioramento. Per l’APT risulta infatti essenziale disporre di un gruppo di operatori motivati e determinati, pronti ad approcciare nuove sfide ed adottare nuove strategie, che possano fungere da “buon esempio” anche ai colleghi. Una ventina di operatori provenienti da tutto l’ambito Val di Non si è pertanto reso disponibile a testare alcune azioni strategiche di mercato. Per aumentare il livello qualitativo dell’offerta già nel corso del 2013 sono state introdotte una griglia di prezzi indicativi in base alla tipologia ed al numero di genziane da praticare all’ospite e un’apposita tabella da porre in maniera visibile in prossimità dell’appartamento classificato con un suo specifico regolamento per l’utilizzo. Le tabelle in plexiglass riepilogano la classificazione che ogni appartamento ha ricevuto a livello provinciale.

Un gruppo ristretto e ben motivato di 8 appartamentisti soci APT inoltre si è reso disponibile ad implementare nuove proposte per la commercializzazione e testare nuovi portali internet disponibili sul mercato.