BRESCIA – Quote rosa non inserite nella legge elettorale

0

È con vivo rammarico che la Commissione pari opportunità del Comune di Brescia prende atto della mancanza di volontà politica nell’inserimento delle “quote rosa” nel testo della nuova legge elettorale che le Camere stanno discutendo in questi giorni.

Il-Pd-si-spacca-sulle-quote-rosa-Non-prendetevela-con-noi-renziane_h_partbIl tema delle azioni positive è da sempre molto controverso e dibattuto. Senza voler entrare nel merito della questione circa la legittimità o l’opportunità di tale tipologia di misure, va in ogni caso sempre ricordato e sottolineato che «la società (l’umanità, anzi) è composta di donne e di uomini: è in nome della stessa democrazia, non nell’interesse delle donne, che va posta l’esigenza che le istituzioni, come la società, siano composte di donne e di uomini» (L. Carlassare).

Su questa affermazione io credo che si possa essere tutti d’accordo: e in effetti è così, almeno a parole. Tuttavia, in Italia la cultura della parità fatica a radicarsi nella società. Per tale motivo, si è percorsa addirittura la via della modifica costituzionale: in due occasioni, nel 2001 e nel 2003, l’elemento della parità è stato ulteriormente ribadito in Costituzione attraverso due modifiche del Testo costituzionale, che hanno interessato l’art. 117, comma 7, Cost. e l’art. 51 Cost.

Ma anche questi interventi non sono stati sufficienti, perché il vero problema rimane quello legato più in generale al livello di democraticità del nostro ordinamento, nel quale la parità tra generi o gli strumenti legislativi che possano in qualche modo ristabilire l’equilibrio (ad es. le quote) rappresentano un aspetto fondamentale ma non esclusivo.

Gli ostacoli ad una effettiva parità non sono più giuridici, ma sono ancora soprattutto di carattere storico, sociale e culturale, come dimostra ancora una volta il voto di questi giorni. Il rammarico, allora, deriva non tanto dalla mancata previsione dello strumento delle «azioni positive» in sé, quanto dalla constatazione che permane tuttora nella nostra classe politica una scarsa sensibilità in materia di parità di genere.