ISEO – Un fine settimana con la rassegna “PrimaveraIseo” in Antonietti

0

Nell’ambito della Rassegna “PrimaveraIseo” dal 22 marzo al 20 aprile, ci saranno una serie di incontri dedicati alla cultura, alla musica e allo spettacolo.
Si inizia questa domenica, 23 marzo, alle 21 presso l’Auditorium Antonietti.
La rassegna è organizzata da Punto D’incontro in collaborazione con il Comune di Iseo e con Iseoaffare.
Tutti gli incontri si terranno presso l’Auditorium Antonietti.

Domenica si terrà: “Gente Inattesa: il precario e il professore”.
“Una serata per parlare di gente in attesa. Di un’umanità che aspetta la propria occasione di vita, perché dimenticata dalla vita. Personaggi ai margini che aspettano l’occasione di riscatto da un’esistenza opaca, da una società che non ha né dà fiducia alle giovani generazioni e riempie il nostro quotidiano di regole incomprensibili ed aride. E’ per questo che quei personaggi sono e diventano anche “inattesi”. In questo universo di figure cantate si muove un personaggio reale ai limiti dell’immaginario: il professore che, mosso dal desiderio costante di apparire laddove si raggruppano delle persone, compie una serie di incursioni dispensando la sua disincantata visione del mondo.
A differenza della “gente inattesa” egli non ha più alcuna aspettativa e ne va fiero, ed è proprio da questa condizione che parte la sua lezione di vita, una filosofia del nulla che ha nell’elogio della superficialità la sua punta più alta. Il professore idolatra tutto ciò che è divertimento fine a se stesso, inutile perdita di tempo, le piccole astuzie e meschinità che permettono di aggirare gli ostacoli del quotidiano, insomma il compiacimento di fare e di essere dei “furbetti”. Una serata di cinismo e canzone dove la levità della musica si fonde con pensieri grevi in un equilibrio tra leggerezza e superficialità.
Allo spettatore scegliere a quale dimensione appartenere”.
Musiche Originali di Piero Sidoti;
Piero Sidoti: il precario – voce e chitarre;
Giuseppe Battiston: il professore.battiston_sidoti

Sabato 5 aprile ci sarà: Gaetano Curreri-Solis Quartet: Canzoni da camera.
“La strada dei Solis String Quartet e quella di Gaetano Curreri si era già incrociata in occasione della registrazione del disco dei Solis “R-EVOLUTION”. L’idea del disco era stata quella di riprendere alcune fra le più belle canzoni d’autore per portarle in una dimensione sonora più intima, come si usava nel ‘800 con i lieder. Oggi finalmente, quell’idea prende corpo in uno spettacolo che vede sul palco due artisti che vantano collaborazioni con i più grandi musicisti italiani ed internazionali. Un concerto ricco di stile ed eleganza che spazia a 360 gradi nel panorama della musica con omaggi che vanno dai Beatles a Lucio Dalla senza chiaramente dimenticare i numerosi successi scritti da Curreri per gli Stadio, Vasco Rossi, Patty Pravo, Irene Grandi, …. Una voce unica ed un ensemble raffinato per un omaggio appassionato alla canzone in senso lato, un viaggio ricco di sonorità che si fondono per dare vita ad un evento unico nel suo genere.”

Mentre sabato 19 aprile sempre alle ore 21 è il turno di:
Matteo Magni: Il Teatro Canzone Impegnati a sorridere.
“Lo spettacolo attinge dagli scritti dei nostri migliori cantautori nazionali, dagli anni ’70 ad oggi, trasformandone ed adattandone i testi per narrare una storia di grande intensità emotiva. Protagonista assoluto della narrazione è sempre e comunque l’uomo, diviso tra le sue miserie ed i suoi ideali, la sua quotidianità ed il suo desiderio di rivoluzione. Un uomo che vive i drammi quotidiani della sua esistenza e che, nonostante tutto, trova sempre il modo di ironizzare su di essi, ponendosi delle domande alle quali il protagonista non vuole a tutti i costi dare una risposta. In “Matteo Magni Teatro Canzone” questa narrazione avviene in gran parte tramite le canzoni che, arrangiate ed eseguite con sapienza e delicatezza, s’inframezzano a brevi monologhi. Per questo spettacolo Matteo Magni ha scritto alcuni testi personalmente ed attinto liberamente dalle opere di grandi autori Italiani come: Giorgio Gaber, Fabrizio De Andrè, Ivano Fossati, Samuele Bersani, Francesco Guccini, Francesco De Gregori, Paolo Conte ed altri”.