GARDONE – In centro torna “Rebelot”, la mostra mercato per visitatori

0

Torna a Gardone dopo 5 anni di assenza “Rebelot”, la mostra mercato che il prossimo 18 maggio si svolgerà nelle vie del centro storico triumplino. Dopo un intervallo di tempo nel quale si era dato spazio a “Fiori, colori e sapori”, gli organizzatori, anche a causa del maltempo che ogni anno ha investito l’iniziativa floreale, hanno pensato di spostare l’evento alla terza domenica di maggio. Essendo però questa data un po’ troppo avanti per il tema dei fiori e del florovivaismo in generale hanno pensato, aderendo alle numerose richieste, di tornare a chiamarlo “Rebelot”. Gli organizzatori sono il Comitato Acqualunga, gli assessorati al Commercio e alla Cultura del Comune di Gardone, alla Cultura e all’Agricoltura della Comunità montana della Valtrompia che non volevano neppure andare in contrasto con il “Mercatì de setember de Inzì” che nel frattempo avevano occupato il mese di settembre e pertanto hanno deciso per questa data.

RebelotIn paese e non solo, la notizia del ritorno del “Rebelot” è già arrivata e ovunque si respira un aria di soddisfazione. Tutti infatti ricordano ancora l’evento che si è svolto per dieci ani a Gardone e che richiamava oltre a centinaia di espositori anche migliaia di visitatori provenienti da tutta la provincia e anche dalle provincie limitrofe. Gli organizzatori hanno messo a punto le caratteristiche di questa iniziativa cercando di fare in modo che tutto funzioni alla perfezione come sempre. Si sta definendo il programma della giornata che sarà sicuramente ricco di momenti di attrazione e di svago, così come si stanno ultimando i dettagli per la realizzazione di una serie di mostre dedicate ai bonsai e alle sculture in legno. La data corrisponde anche con la chiusura della grande mostra d’arte organizzata dall’assessorato alla Cultura e dedicata a due grandi artisti gardonesi Tita e Giuseppe Mozzoni che furono, tra le altre cose, maestri dell’ indimenticato Bepi Mino. Per l’occasione si vuole dedicare a questi tre grandi artisti gardonesi un momento importante all’interno della giornata. L’evento sarà caratterizzato dalla numerosa presenza di espositori di vario genere: hobbismo, antiquariato, modernariato, artigianato e robe ecie si intrecceranno con prodotti tipici, fiori, sementi, perline e quant’altro.

In questo lungo biscione troveranno spazio anche le associazioni di volontariato che potranno promuovere le loro iniziative. A tale proposito si può già anticipare che gli organizzatori, al fine di favorire la ristrutturazione del Palazzetto dello sport, hanno già contattato l’oratorio San Giovanni Bosco di Gardone per la gestione di un punto ristoro. Uno spazio sarà dedicato ai bambini e ai loro divertimenti. Tutto sembra quindi già predisposto. Manca solo di aspettare le adesioni degli espositori che ci si augura siano numerose. Le iscrizioni sono già ufficialmente aperte e, per qualsiasi informazione e/o comunicazione ci si può rivolgere all’ufficio Commercio del Comune allo 030.8911583, interno 130, fax 030.832706 e via mail. Ogni partecipante dovrà munirsi di cavalletti, tavoli, piani d’appoggio o quant’altro necessiti per l’esposizione dei propri prodotti. Per tutta la giornata le attività commerciali del centro storico avranno la possibilità di tenere aperti i loro negozi e far conoscere i loro prodotti. Ci sarà quindi anche la possibilità per espositori e visitatori di rifocillarsi e rimpinguarsi, magari assaggiando qualche piatto tipico locale. Una domenica ricca di eventi e appuntamenti di interesse che per una giornata contribuirà a far vivere e rivivere il centro storico gardonese.