BRESCIA – Bambini con disturbi sviluppo, c’è un progetto al Civile

0

Grazie alla Fondazione “I Bambini delle Fate”, l’Ospedale dei Bambini di Brescia ha potuto realizzare il progetto di istituzione di un “Centro di intervento precoce per la promozione dello sviluppo della vita di relazione nei primi anni di vita”, fatto nell’ambito dell’Unità operativa di Neuropsichiatria Infanzia e Adolescenza dell’Ospedale dei Bambini per i piccoli con disturbi dello sviluppo, autismo, disturbi precoci della vita di relazione e ritardi dello sviluppo psicomotorio e il progetto “Giocamico” della Chirurgia Pediatrica, attività che coinvolge il bambino nella preparazione dell’intervento chirurgico attraverso un percorso strutturato di assistenza psicologica e accompagnamento per ridurre lo stress legato all’intervento.

autismoLa Fondazione ha permesso anche di offrire, con il supporto dell’Accademia Musicale Francesco Soldano, un percorso di musicoterapia orchestrale a fini riabilitativi ed educativi per pazienti affetti da disordine dello sviluppo. La Fondazione “I Bambini delle Fate” sta ancora prendendo contatti con diverse realtà imprenditoriali bresciane per raccogliere fondi a sostegno dei nuovi e vecchi progetti condivisi con la struttura pediatrica. Il progetto sarà illustrato giovedì 20 marzo alle ore 11,30 nella sala consiliare degli Spedali Civili.

Ci saranno Ezio Belleri, commissario straordinario degli Spedali Civili di Brescia, Ermanna Derelli direttore sanitario, Primo Fogassi direttore amministrativo, Raffaele Spiazzi direttore sanitario dell’Ospedale dei Bambini, Roberto Guiglia responsabile della Fondazione “I Bambini delle Fate”, Edda Zanetti direttore f.f. UO Neuropsichiatria Infanzia e Adolescenza, Daniele Alberti direttore UO Chirurgia pediatrica e alcuni dei principali sponsor e genitori di bambini.