VOBARNO – Sei incontri per “Cammini di Pace 2014” in biblioteca

0

Prenderà il via questa sera, 17 marzo 2014, la XII Edizione di Cammini Di Pace 2014, a cura del Gruppo “Giorgio la Pira”.

Sei sono gli incontri in programma e tutti quanti avranno luogo presso la Biblioteca Comunale, a partire dalle ore 20,30.

18

Argomento di questo primo “passo del cammino”, sarà “Profezia e attualità della Enciclica Pacem in Terris per tutti gli uomini di buona volontà”. Relatore sarà don Davide Vicentini, direttore della “Fondazione G. Toniolo”.

Il 24 marzo 2014 si parlerà de “La sfida dal locale al globale: servono ancora Comuni e Comunità Montane? Forme associative e organizzazione dei Servizi pubblici locali: quali prospettive per la Valle Sabbia?”. La serata sarà presieduta e coordinata da Nunzia Vallini, ed interverranno Emilio Del Bono, Sindaco di Brescia, Giovanmaria Flocchini, Presidente della Comunità Montana V.S. e Sindaco di Pertica Alta, Carlo Panzera, Sindaco di Vobarno ed Emanuele Vezzola, Sindaco di Gavardo.

Marzo chiuderà, il 31, con la relazione di Luciano Lussignoli, urbanista, su “Ambiente, territorio e infrastrutture: strategie di tutela e valorizzazione per lo sviluppo sostenibile”.

Il 7 aprile Lucia Fronza Crepaz, presidente Scuola di Partecipazione Sociale di Trento, esporrà circa “Lo Stato sociale ad una svolta: servizi alla persona, ruolo della cittadinanza e nuove pratiche partecipative, legalità”.

Un altro interessante appuntamento sarà quello del 14 aprile, quando il prof. Marco Vitale, economista, introdurrà e concluderà la serata dal tema “Dentro e oltre la crisi: il lavoro oggi e domani a Brescia”.

Per l’occasione interverranno Dante Freddi, già Pres. Secoval, Tiziano Pavoni, Presidente Collegio Costruttori di Brescia, Renato Zaltieri, già Sindacalista e rappresentante del mondo della scuola, Giovanni Longhi, Rappresentante Cooperative sociali Valle Sabbia.

Il 22 aprile Don Adriano Vincenzi, presidente della “Fondazione G. Toniolo”, dibatterà su “L’intelligenza della fede a servizio della polis”.

Alleghiamo qui la LOCANDINA, sulla quale potrete leggere l’idea portante dell’intero progetto.