BRESCIA – Aib e Credito Bergamasco, intesa sull’accesso al credito

0

Il tema credito è sempre più una priorità dell’Associazione Industriale Bresciana, che vede nel dialogo banca-impresa un elemento essenziale per agganciare la ripresa. Questo pomeriggio il presidente di Aib, Marco Bonometti – affiancato dal vice presidente allo Sviluppo d’impresa, innovazione ed economia, Paolo Streparava, e dal delegato al Credito, Giacomo Gnutti – ha fatto il punto sui primi risultati raggiunti su questo fronte. Obiettivo puntato, in particolare, sulla collaborazione con il Credito Bergamasco – Gruppo Banco Popolare guidato dall’amministratore delegato, Bruno Pezzoni, anch’egli presente all’incontro di oggi con la stampa.

Creberg1“Con i partecipanti al tavolo del credito istituito in Aib, che raccoglie i sette principali istituti per presenza sul territorio e per ammontare di impieghi, abbiamo condiviso un unico obiettivo: dare supporto finanziario alle imprese, specialmente quelle piccole, in questa difficile fase economica. Per questo abbiamo deciso di sviluppare progetti in tre direzioni principali: la formazione, l’affiancamento e il supporto alle filiere” spiega il presidente Bonometti. Ed è proprio in direzione del sostegno alle filiere bresciane d’eccellenza che si rafforza la sinergia con il Credito Bergamasco, che – come ricordato dall’ad Bruno Pezzoni – mette a disposizione dei fornitori delle aziende “Champion” bresciane un plafond di trenta milioni di euro con scadenza al 31 gennaio 2015.

“L’accordo – sottolinea Pezzoni – offre un supporto tangibile alle pmi attraverso il sostegno finanziario delle filiere di subfornitura, garantendo ai fornitori strategici e ricorrenti delle imprese “Champion”, un accesso al credito preferenziale, con risposte di fattibilità rapide e a condizioni “dedicate”. Sul versante, altrettanto importante, della formazione, con Credito Bergamasco e Isfor 2000, è stato poi sviluppato il corso “Le ricadute degli accordi di Basilea nell’operatività creditizia delle banche e gli effetti sulle imprese” articolato in tre incontri preserali che si svolgeranno nella sede dell’istituto in via Nenni 30 a Brescia.

Il corso parte domani con il primo modulo (18 marzo – ore 18) dedicato ai meccanismi di “Basilea 2”, il secondo modulo (25 marzo – ore 18) si focalizzerà sul modello dei rating e sul rapporto banca-impresa, mentre il terzo (1 aprile – ore 18) esaminerà i principi alla base di “Basilea 3”. Infine, sempre nell’ambito delle iniziative del tavolo del credito, il presidente Bonometti ha ricordato anche il servizio di check up finanziario e di supporto alle imprese nella predisposizione dei piani industriali.