TRENTO – Arca accredita 22 nuovi progettisti provenienti da tutta Italia

0

ARCA, il sistema di certificazione di qualità e sostenibilità per le costruzioni in legno può contare, da sabato 8 marzo, su 22 nuovi progettisti accreditati. Si tratta di architetti, ingegneri, geometri e periti che hanno compiuto un articolato percorso formativo teorico-pratico sull’edilizia in legno presso la ARCA ACADEMY, suddiviso in tre possibili percorsi: Esperto strutture, Efficienza dell’involucro ed Edilizia sostenibile. La consegna dei diplomi si è tenuta sabato 8 marzo nella suggestiva cornice di Palazzo Roccabruna. I professionisti provengono da diverse regioni italiane: Trentino, Veneto, Emilia, Lombardia e saranno dei veri e propri ambasciatori dell’edilizia in legno di qualità.

studioARCA ha infatti due anime. Se la prima è focalizzata sulla certificazione vera e propria della casa in legno, a garanzia della sua sicurezza, salubrità, durabilità e sostenibilità, la seconda è rappresentata da ARCA ACADEMY, il centro di formazione specialistica per i tecnici del legno del futuro.

L’iter per diventare progettisti ARCA comprende il Corso Base, di tre giornate, i Fondamenti Progettuali per un totale di 12 giornate, il Laboratorio di 6 giornate. Al termine del ciclo i professionisti di misurano con la prova finale che consiste nella progettazione integrata, vero e proprio cardine del sistema ARCA: i diversi professionisti, assieme, definiscono tutti gli aspetti, architettonici, strutturali, di efficienza del’involucro e impiantistici. L’elaborato di Progettazione Integrata di quest’anno ha riguardato il progetto architettonico, strutturale ed impiantistico di una scuola elementare di livello energetico Passiv Haus, tutti gli “allievi” hanno superato brillantemente il difficile compito assegnato, con piena soddisfazione, naturalmente degli interessati, ma anche della commissione degli esaminatori, formata da docenti ed esperti di fama internazionale.

I nuovi progettisti ARCA sono: Ivano Avi (geometra, Pergine), Giovanni Berti (architetto, Fondo), Maurizio Boni (perito industriale, Rovereto), Angela Chiodega (architetto, Pelugo), Alberto Cristofolini (architetto, Trento), Giovanni Dalla Sega (ingegnere, Trento) Elia Eccher (ingegnere, Ziano di Fiemme), Alessandro Fellet (ingegnere, Trento), Fornalè Emanuele (ingegnere, Sona, Verona), Alessandro Frassanella Midolo (geometra, Rovereto), Stefano Gasperetti (ingegnere, Levico Terme), Sergio Gavioli (geometra, Rovereto), Giorgio Gislimberti (ingegnere edile, Trento), Nicola Menini (architetto, Venezia), Gianni Michelon (ingegnere, Valternigo), Massimo Paissan (architetto, Pergine Valsugana), Filippo Spazzoli (geometra, Forlì), Alessia Tomasi (architetto, Trento), Angela Verdini (ingegnere, Pergine Valsugana), Giovanni Viganò (ingegnere, Biassono), Roberto Vignola (architetto, Borgo Valsugana), Nicola Zanoni (ingegnere, Riva del Garda).