MONTICHIARI – Abbandonato con il piede mozzato. La causa? Un’esplosione

0

Sembra impossibile fare chiarezza sulla vicenda del 32enne moldavo che la sera del 25 febbraio scorso è stato abbandonato fuori da un area di servizio Shell a Montichiari con un piede quasi mozzato.

distributore shellDopo settimane di indagini, finalmente gli inquirenti sono riusciti a incastrare qualche piccolo tassello del complicati puzzle, senza però avere ancora delle informazioni precise. Sembra infatti che a provocare le ferite al piede e alle mani del moldavo sia stata l’esplosione di una bombola di acetilene, maneggiata insieme ad una fiamma ossidrica. Versione in parte confermata dall’uomo, che ha ammesso di esere stato vittima di una esplosione. Quel 25 febbraio il 32enne era stato ricoverato alla Poliambulanza di Brescia, dove i medici sono stati costretti ad amputargli il piede destro e alcune dita di entrambe le mani.

Analizzando i frammenti di metallo che aveva sui vestiti e che i chirurghi hanno recuperato dopo le operazioni, i carabinieri hanno capito che potevano essere pezzi di una bombola di gas. Probabilmente l’uomo stava facendo qualcosa di illegale, a conferma di tale ipotesi, non c’è solo la sua descrizione troppo vaga dell’accaduto, ma soprattutto l’abbandono da parte dei compagni che quella notte, per non essere riconosciuti avevano il viso coperto da sciarpe.