MALEGNO – Festa della donna fuori dagli schemi tra militari, volontarie e suora

0

Malegno ha deciso di festeggiare a suo modo la donna, organizzando tre serate e altrettanti racconti fuori dagli schemi. Le serate sono curate dalla Commissione pace, diritti e intercultura e vedono la collaborazione dell’oratorio e dell’associazione Libera di Vallecamonica.

8-marzo-festa-della-donna-image-9488-pmedia-ajust_610Il ciclo si aprirà questa sera in oratorio con tre diverse vicende femminili: la prima sarà quella raccontata da tre volontari di strada della Caritas di Darfo che si occuperanno della tratta delle nuove schiave; la seconda prenderà avvio da un collegamento telefonico con una suora di clausura del monastero di Santa Chiara di Bienno; la terza sarà raccontata da Anna Moraschetti, militare in servizio nella caserma degli alpini del Tonale. Stefano Sanzogni allieterà la serata con le note della sua chitarra e a disposizione delle famiglie ci sarà anche un baby parking per i più piccini.

Si replicherà domani, sabato 8 marzo, serata in cui grazie all’associazione Liberà si tornerà a parlare di mafie. Marisa Fiorani racconterà infatti la vicenda che l’ha vista protagonista, essendo familiare di una vittima della mafia.

Domenica andrà in scena all’oratorio lo spettacolo teatrale di Antonello Scarsi «Certe signorine in p(r)osa», ambientato nella Milano post bellica. Uno spettacolo capace di far riflettere. Per l’occasione sarà offerto un buffet con i prodotti di Tapioca, a sostegno del commercio equo e solidale.
Le serate inizieranno tutte alle 20.30.