BRESCIA – Contributi per reti d’impresa operanti nel turismo

0

Le piccole e micro imprese facenti parte di raggruppamenti di imprese con forma giuridica di “contratto di rete”, associazioni temporanee d’imprese (costituite o ancora da costituire), consorzi e società consortili costituiti anche in forma cooperativa, avranno tempo fino al 9 Maggio per partecipare al bando per la “Concessione di contributi a favore delle reti d’impresa operanti nel settore del turismo”.

retimp

Requisiti richiesti per la partecipazione sono:

a) Coerenza dell’oggetto sociale/finalità dell’aggregazione con gli obiettivi del bando;

b) partecipazione all’aggregazione di un numero minimo di 10 piccole e micro imprese;

c) almeno l’80% delle imprese partecipanti alla rete devono essere imprese turistiche ovvero avere il codice primario ATECO 2007 gruppo lett. I , oppure essere agenzie di viaggio o società trasporto persone.

Saranno ammissibili le spese sostenute a decorrere dal 7 febbraio 2014 e riconducibili a: costi funzionali alla costituzione della rete di imprese, quali quelli riferiti alla presentazione di fidejussioni, spese notarili e di registrazione, nella misura massima del 5% del contributo richiesto; costi per tecnologie e strumentazioni hardware e software funzionali al progetto di aggregazione; costi di consulenza e assistenza tecnico-specialistica prestate da soggetti esterni alla aggregazione per la redazione del programma di rete e sviluppo del progetto nella misura massima del 10% del contributo; costi per la promozione integrata sul territorio nazionale e per la promozione unitaria sui mercati internazionali, in particolare attraverso le attività di promozione dell’ENIT – Agenzia Nazionale del Turismo; costi per la comunicazione e la pubblicità riferiti alle attività del progetto; costi per la formazione dei titolari d’azienda e del personale dipendente impiegato nelle attività di progetto, nella misura massima del 15% del contributo.

I progetti dovranno essere conclusi entro 15 mesi dall’accettazione del documento di notifica di ammissione al contributo. Potrà essere concessa una proroga per un periodo massimo di 6 mesi per motivate e dimostrate ragioni connesse esclusivamente ad aspetti tecnici e realizzativi dei progetti.

Sono ammissibili proposte progettuali che prevedano spese complessivamente non inferiori a euro 400.000. L’importo concedibile è fissato in euro 200.000 per ciascun progetto di rete. I contributi saranno erogati in regime de minimis.