VALLE DEL CHIESE – Valenti confermato alla guida del Cosorzio Turistico locale

0

Il presidente Massimo Valenti è stato eletto venerdì scorso per il 3° anno consecutivo alla guida del Consorzio Turistico della Valle del Chiese, una soluzione condivisa a grandissima maggioranza dagli organi istituzionali del territorio chiesano.

Massimo Valenti
Massimo Valenti

Nel corso dell’assemblea introduttiva il presidente ha tenuto a ringraziare il direttore del Consorzio Fabio Sacco e i propri collaboratori. “È stata una riunione costruttiva e partecipata. Sono stati 3 anni determinanti per l’organizzazione dell’ufficio (la sede unica del Consorzio Turistico Valle del Chiese), con una nuova importante fase operativa e una strategia di promozione turistica che ha dato finora ottimi risultati. C’è stata una condivisione nella progettualità tra il nostro Consorzio, il Bim e l’Ecomuseo, strutture vitali di questo territorio, sul progetto di sviluppo della Valle del Chiese”.

Il presidente ha inoltre puntualizzato che nel prossimo triennio confermerà la preziosa collaborazione con la Proloco del territorio. Tre i messaggi chiave che il presidente Valenti ha voluto sottolineare durante l’assemblea di venerdì: “Nel prossimo triennio si lavorerà in maggior sinergia con tutto il territorio (anche in vista del referendum di maggio sulla possibile fusione dei comuni di Bersone, Daone e Praso in un unico organismo) con l’obiettivo di sensibilizzare la proloco e le frazioni, seguendo una politica di ascolto, e verranno date priorità agli operatori che prima erano inesistenti e a quelli che hanno aderito a un progetto unitario portato avanti in questi 3 anni”.

“Non bisogna sedersi ma guardare avanti, le risorse del Consorzio e le altre entrate che abbiamo a disposizione con il Bim sono buone nonostante i tagli, il progetto è ben avviato, bisogna avviare inoltre una collaborazione con il Lago d’Idro e le Valli delle Giudicarie centrali, che risultano strategici per il turismo straniero”.

“No ad inutili campanilismi ma un’assoluta condivisione di un unico progetto di sviluppo che finora ha portato a risultati importanti”. In conclusione dell’assemblea il presidente ha ringraziato gli organi esecutivi.