BRESCIA – Ingiurie a uomo di colore, 6 mesi di condanna a due bresciani

0

I fatti risalgono al maggio 2009, ma la sentenza è arrivata solo nei giorni scorsi. In Corso Martiri della Libertà, da un’auto in movimento, dal finestrino abbassato del lato di una Mercedes, uno dei due condannati aveva pronunciato la frase “Negher de m…”, rivolgendosi ad un senegalese, oggi 48enne, che stava camminando a piedi.

1964911038Il senegalese aveva raggiunto i due uomini a bordo della vettura, fermatisi ad un ristorante poco dopo, e aveva chiesto loro spiegazioni. Gli animi si scaldarono ed il gestore del locale chiese ai tre di uscire dal suo locale. Ne scaturì un parapiglia, al quale si unirono altri due frequentatori del locale, che aggiunsero altre frasi ingiuriose, come “Vai a raccogliere le banane!” o “Vai a vendere borse e cinture!”.

Il tutto culminò con l’intervento dei Carabinieri, che, dopo aver ascoltato la vittima, identificarono i cinque uomini che l’avevano insultata ( i due a bordo della Mercedes, i due avventori ed il gestore del ristorante).

I cinque sono quindi finiti a processo e questo s’è celebrato non dinnanzi al Giudice di Pace bensì dinnanzi al Tribunale perché, secondo la pubblica accusa, rappresentata in giudizio da Claudia Moregola, le ingiurie erano aggravate dall’odio razziale, come previsto dalla Legge Mancino.

I giudici hanno nei giorni scorsi assolto il conducente della Mercedes ed uno degli avventori del ristorante. Il gestore del locale è stato condannato per ingiuria a 2mila euro i multa, mentre il passeggero della Mercedes ed un avventore sono stati condannati dalla Prima Sezione Penale del Tribunale di Brescia, presieduta dal giudice Masia, a sei mesi di detenzione.