BRESCIA – Fondo Briciole Lucenti e convegno. Caritas compie 40 anni

0

Si sono chiusi nei giorni scorsi i lavori della commissione Briciole Lucenti per la valutazione delle 469 domande di compartecipazione al Fondo Briciole Lucenti, relative al secondo semestre 2013. Complessivamente, sono state ammesse 419 domande presentate da 62 Caritas per un totale di 93.600 euro (pari al 50% delle spese sostenute dalle Caritas). Numeri significativi che documentano il ruolo di prossimità delle Caritas nell’accompagnare la risposta a bisogni concreti, ma anche l’ombra della sofferenza finanziaria che incombe su un numero sempre maggiore di famiglie (455 nel 2012 e 849 nel 2013).

Caritas BsRinnovando l’impegno a sostenere le Caritas nel rispondere alle richieste di aiuto delle famiglie, la prossima scadenza per la presentazione delle domande al Fondo Briciole Lucenti è fissata lunedì 7 luglio (per scaricare i moduli per la presentazione della domanda, clicca qui). Il volto è espressione e presentazione non di un individuo generico, ma della singola persona, unica ed originale. Non un volto tra i tanti ma “il volto”. “La ricerca del volto, dice don Tonino Bello, dovrebbe diventare una passione per tutti noi. Vivere le relazioni. Vivere questo contesto caratterizzato dalla crescente vulnerabilità come contesto.

Sto con te che fai fatica, con te che sei ferito e reso povero da una società che prosegue implacabile il proprio cammino, che guarda più agli interessi privati che al bene comune. Dove il potere e il denaro valgono più del rispetto della vita e della dignità della persona. Sto con te perché anch’io sono ferito. Ognuno di noi ha delle ferite. Ferito tra i feriti, povero tra i poveri, ultimo tra gli ultimi”. È la perseveranza di Caritas che compie quarant’anni, di un volto rivolto alle povertà vecchie e nuove, un volto rivolto alle tante ferite aperte, un volto rivolto alle periferie esistenziali, un volto rivolto alle famiglie “in caduta libera”. L’argomento sarà trattato anche sabato 17 maggio al convegno delle Caritas parrocchiali. Per ulteriori informazioni clicca qui.