MILANO – Istat, a febbraio cala la fiducia dei consumatori

0

I consumatori italiani non sono così convinti del fatto che la fine della crisi sia vicina e che, quindi, le loro tasche di rimpingueranno. A febbraio 2014, infatti, l’indice del clima di fiducia dei consumatori è passato a 97,5, rispetto a 98 del mese precedente. Lo rileva l’Istat, specificando come la componente economica sia passata da 92,34 a 96,2 mentre è diminuita quella relativa al quadro personale, passando da 100,3 a 98,3. Inoltre, l’indice del clima corrente si è contratto da 99,0 a 96,7, Cresce, invece, quello sul clima futuro, che passa da 97,6 a 98,8.

Fiducia-consumatoriPer quando riguarda la situazione economica del Paese, invece, i cittadini italiani sembrano manifestare maggior ottimismo. I saldi relativi ai giudizi sulle condizioni attuali passano da -129 a -119, mentre quelli sulle condizioni future passano da -26 a -21. Contestualmente, calano le attese sulla disoccupazione: il saldo passa da 67 a 64. Peggiorano, invece, i giudizi sulla situazione economica attuale delle famiglie, il cui saldo passa da -59 a -65. Restano stabili sia i saldi sulle attese che quelli sulle valutazioni dei bilanci familiari, rispettivamente a -14 e -18.

Gli italiani, infine, pensano, che attualmente è più difficile risparmiare di prima (i saldi passano da 132 a 113 il saldo) mentre credono che, in futuro, le possibilità aumenteranno (i saldi sono passati da -60 a -54).

Fonte: CGIA