SAREZZO – Edilizia digitale, un convegno per aprire lo sportello unico

0

Giovedì scorso è stato inaugurato il nuovo servizio associato della Comunità montana della Valtrompia, lo Sportello Unico Edilizia Digitale, completamente telematico per 21 comuni e 140 mila abitanti. Per l’occasione è stato organizzato un convegno che si è svolto al teatro San Faustino di Sarezzo, in via IV Novembre. A moderare i lavori è stato Massimiliano Capitanio, vicedirettore della struttura stampa al consiglio regionale della Lombardia.

Sportello edilizia Gardone VtDopo i saluti del presidente della Comunità montana Bruno Bettinsoli, quello della Valsabbia Giovanmaria Flocchini e dell’assessore regionale all’Economia, Crescita e semplificazione Massimo Garavaglia, ci sono stati vari interventi. Al centro del convegno l’agenda digitale della Regione, la presentazione dello sportello Sued, una tavola rotonda con gli ordini professionali e la consegna degli attestati di partecipazione. I lavori si chiuderanno alle 17,30. La Comunità montana con la GLOBO srl e in attuazione del bando ACI (Accordi di Collaborazione Interistituzionale) di Regione Lombardia, ha realizzato lo sportello telematico unificato per l’edilizia e le attività produttive. Il progetto ha l’obiettivo di aumentare l’efficienza degli uffici comunali nella gestione del territorio e di erogare servizi online a cittadini, professionisti e imprese.

Durante l’incontro sono stati presentati i risultati ottenuti che hanno permesso di informatizzare totalmente la gestione delle istanze dell’edilizia e delle attività produttive. Sono stati realizzati un GeoPortale e uno sportello telematico comunale che permettono di svolgere numerose attività online: inoltrare e consultare le istanze dell’edilizia e delle attività produttive, effettuare pagamenti, accedere ai servizi cartografici avanzati come lo scarico della cartografia comunale finalizzato al mantenimento del database topografico.

Tutto ciò è possibile poiché il sistema rispetta i dettami del Codice dell’Amministrazione Digitale: gli utenti sono identificati attraverso la Carta Nazionale dei Servizi o la Carta Regionale dei Servizi e le istanze sono inviate tramite posta elettronica certificata. Il progetto è stato realizzato rispettando i medesimi standard tecnologici usati dalla Regione Lombardia, dalla Provincia e dalla CCIAA di Brescia e da numerosi enti del territori.

GUARDA LA FOTOGALLERY