BRESCIA – Incontro della CGIL per parlare del futuro dell’Italia

0

A Brescia si è concluso lunedì 24 febbraio 2014 il Congresso Provinciale di Nidil CGIL. Su 1198 iscritti aventi diritto hanno votato in 246 persone nelle assemblee di base che corrisponde al 20,5% del totale degli iscritti.

Susanna Camusso
Susanna Camusso

Il primo documento, «Il Lavoro decide il futuro» (prima firmataria Susanna Camusso), ha ottenuto il 99,60% dei consensi, mentre il documento «La Cgil è un’altra cosa» (primo firmatario Giorgio Cremaschi) ha ottenuto il 0,40%. Nel documento “Il lavoro decide il futuro” hanno ottenuto la maggioranza dei consensi le posizioni emendatarie: gli emendamenti contro la legge Fornero e il ripristino delle pensioni di anzianità con 40 anni di contributi, per l’acqua bene comune e per il reddito minimo garantito, l’emendamento del capitolo Contrattazione hanno ottenuto l’ 88,1% dei voti.

L’emendamento aggiuntivo proposto dai luoghi di lavoro che chiede democrazia e partecipazione in Cgil e l’apertura di una consultazione tra i lavoratori interessati dall’accordo unico sulla rappresentanza firmato il 10 gennaio scorso da sindacati confederali e Confindustria è stato approvato in tutte le assemblee di base ed è stato proposto nell’assemblea congressuale di ieri in cui ha ricevuto il 100% dei consensi. A seguito del Congresso è avvenuta la prima seduta del nuovo Direttivo di Nidil CGIL Brescia (composto da 14 membri di cui 12 under 40) che ha riconfermato
Adriano Favero Segretario Generale della Categoria con 10 voti a favore ed 1 astenuto.