TRENTO – La mostra “Arte e persuasione” esposta al Museo Diocesano

0

Venerdì 7 marzo alle ore 18.00, presso il Museo Diocesano, si inaugurerà la nuovo mostra “Arte e persuasione. La strategia delle immagini dopo il Concilio di Trento”.

Come si sa, dopo l’importante Concilio di Trento, aperto nel 1545 e concluso nel 1563, il rapporto tra l’arte figurativa e la Chiesa mutò. Infatti i dipinti erano divenuti di difficile comprensione da parte del popolo incolto, che non sapeva leggere i molti significati intrinseci inseriti dai pittori manieristi nei propri lavori. Per rispondere alla pericolosa minaccia della Riforma Protestante, la Chiesa Cattolica capì l’importanza delle immagini per riacquistare la fiducia del fedele. Infatti, delineò dei criteri che gli artisti avrebbero dovuto seguire nel dipingere le immagini sacre: insegnare, cioè far comprendere al fedele l’episodio raffigurato; dilettare, l’opera deve essere bella esteticamente; ed infine commuovere, ovvero rendere partecipe il fedele alla scena rappresentata. Una nuova sorta di comunicazione visiva era nata dopo il Concilio, portando alla nascita di molti capolavori.

TKmag5233027dba89b

Oltre alla settantine di opere, di artisti locali e forestieri che lavorarono in territorio tridentino, saranno esposti anche testi antichi, come edizioni a stampa del XV secolo delle Sacre Scritture e significativi trattati dedicati alle immagini sacre, come quelli di Carlo Borromeo o il Cardinal Gabriele Paleotti.

La mostra, curata da Domizio Cattoi e Domenica Primerano, è stata organizzata con la collaborazione del Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Trento e della Soprintendenza per i Beni Storico Artistico, Librai e Archivistici della Provincia Autonoma di Trento.

Gli orari di visita saranno:

chiuso tutti i martedì, a Pasqua, il 26 giugno e il 15 agosto;

dal 7 marzo al 31 maggio, dal lunedì al sabato dalle ore 9.30 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 17.30, mentre la domenica dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00.

Invece dal 1 giugno al 29 settembre (ultimo giorno), tutti i martedì chiusa e dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.00, mentre il sabato e la domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00.