GROSIO (SO) – “Serata con la Bruna”, sagra di animali e gusto in Valtellina

0

Bim, Provincia e Comunità montana Valtellina di Tirano sono i principali sostenitori dell’evento “zootecnico-gastronomico” della borgata Grosina, promosso dall’Amministrazione Comunale in programma per sabato sera 26 aprile dalle ore 18. Questa “Serata con la Bruna”, che è il risultato di un perfetto esempio di collaborazione ed unione di intenti mirati al sostegno dell’allevatoria locale; la quale presenza risulta essere fondamentale per la cura del territorio, garante della produzione di latte e derivati garantiti e controllati, nonché promotore di un turismo sostenibile, portatore di benefici per l’intera economia valligiana. Enti territoriali, associazione allevatori, associazioni di categoria, numerose imprese artigianali e commerciali, unite a sostegno e promozione di questa manifestazione che mette al centro della scena gli allevatori (di Bruna in questo caso) dove la cultura contadina delle buone maniere, dell’umiltà e soprattutto della buona cucina la faranno da padrone per rendere unica questa imperdibile sagra che sa tanto di Grosio, di Valtellina.

Grosio brunaAngela Iemoli, il perito agrario che si occupa della promozione dell’evento, commenta così: “L’augurio è che questa possa essere una nuova base di partenza per qualcosa di più grande, che riesca a coinvolgere trasversalmente il nostro paese e limitrofi e più in generale tutta la valle. Ci anima la volontà di rimetterci in gioco, trovando intese importanti con le realtà private e gli enti locali; progetti importanti che comportano impegni non indifferenti, ma la buona riuscita del progetto sarà la ricompensa più ambita”. L’evento zootecnico-folkloristico più rappresentativo della cultura contadina valtellinese “La notte con la Bruna”. Una bellissima vetrina per le fantastiche mucche brune del mandamento di Tirano che , presso il campo fiera di Grosio sfileranno sotto le stelle per una serata all’insegna del divertimento della buona cucina. Un evento tutto nuovo da non perdere, una serata in cui la cultura contadina la fa da padrone per accogliere il visitatore assetato di tipicità vera, desideroso di gustare sapori antichi, sani piatti della tradizione che lo riportano lontano nel tempo.

Lo stesso visitatore che si troverà avvolto in una aurea di folklore, di musica vera, di canti popolari e di tanti giovani allevatori orgogliosi di accompagnare i propri animali alla sfilata della mostra bovina. Il restyling organizzativo della manifestazione, patrocinata dall’Amministrazione Comunale di Grosio e sostenuta da numerosi enti locali nonché da molti sponsor privati, è dovuto alla necessita’ di rilanciare in chiave moderna un evento che, a causa dei mutamenti socio-economico culturali delle popolazioni valligiane, non avrebbe più avuto senso se riservato al solo mondo zootecnico. Per questo l’idea di coinvolgere tutto il paese al fine di promuovere il borgo di Grosio coreografando una manifestazione zootecnica con numerosi capi bovini di pregio come da sempre Grosio sa presentare. Un nuovo modo di proporre la mostra annuale delle bovine di Razza Bruna, organizzata tradizionalmente con la collaborazione tecnica dell’Associazione Provinciale Allevatori di Sondrio, esaltata da una coreografia folkloristica che accompagna i sani valori della tradizione e che sappia coinvolgere sia gli esperti appassionati di Bruna che tutti i visitatori curiosi di conoscere ed assaporare gusto e tradizioni contadine di Grosio.

Una sagra di paese estesa oltre le catene montuose che circondano la Valtellina , una serata dedicata alla Bruna ed ai suoi allevatori, inserita in un contesto musicale allietata dai Fiati di Grosio, accompagnata dal costume tipico, tra gustosi piatti della tradizione cucinati dalla Pro Loco e l’accoglienza degli alpini e dei cavalieri di Grosio. Il connubio fra il mondo zootecnico rappresentato dagli allevatori e le numerose associazioni che partecipano, servirà ad avvicinare il consumatore e il fruitore del territorio dandogli la possibilità di sentire il profumo ed il sapore dell’allevamento e della sana agricoltura alpina, coinvolgendo gli abitanti di Grosio, figli di una cultura contadina che sembra tanto lontana, ma che da sempre ha rappresentato uno dei pilastri economici fondamentali dell’economia valligiana. Presso l’area fiera sarà allestita anche un area mostra-mercato di prodotti tipici ed artigianali del settore agro-alimentare; si potrà assistere alla mungitura delle bovine e alla lavorazione del latte da parte di due maestri casari, e non mancheranno spazi ricreativi per i più piccini e un area dedicata alla cultura grosina.