CIVIDATE CAMUNO – Apre la Camera di conciliazione, un nuovo servizio per la Valle

0

Con sede a Cividate Camuno, all’interno dell’Incubatore di imprese, la Camera di conciliazione è ente accreditato presso il Ministero della giustizia il cui compito è quello di gestire in forma extragiudiziale i conflitti.

giustizia1_mediumL’ente è ospitato presso uno spazio messo a disposizione di Fabio Bianchi, il quale ha colto l’importanza del servizio per la Valle. In particolare, a partire dal 20 settembre 2013, in forza di una direttiva europea è entrata in vigore la mediazione obbligatoria in relazione ad alcune materie, rispetto alle quali quindi la Camera di conciliazione potrà dispiegare il proprio operato. Si tratta delle controversie in materia di diritti reali, divisioni, successioni ereditarie, patti di famiglia, regolamenti di condominio, locazioni, comodato, affitto di aziende, risarcimento del danno derivato da responsabilità medica e sanitaria, diffamazione a mezzo stampa, contratti assicurativi, bancari e finanziari. Il procedimento è applicabile anche ad altre materie civili e commerciali, purché l’oggetto della controversia riguardi diritti disponibili.

Controversie e vertenze potranno quindi trovare soluzione senza approdare alle vie giudiziali, con notevole risparmio di tempo e di denaro. In questo modo si evita anche l’intasamento dei tribunali, che inevitabilmente conduce a eccessive lungaggini nella giustizia. Rivolgendosi alla Camera di conciliazione i privati possono avvalersi di procedure, possono ottenere decisioni in tempi brevi (la durata massima del procedimento è di 3 mesi), possono contare sull’efficacia esecutiva del verbale di conciliazione, possono conoscere preventivamente i costi. E in ogni caso ove il tentativo di conciliazione vada fallendo, ove cioè le parti non approdino ad un accordo, è sempre possibile instaurare una causa presso il tribunale competente.

Resta obbligatoria l’assistenza di un legale nel corso del procedimento, ma se al primo incontro non si approda ad un accordo al mediatore non è dovuta alcuna somma di denaro. L’accordo tra le parti, una volta sottoscritto, costituisce titolo esecutivo per l’espropriazione forzata, l’esecuzione per consegna o rilascio, l’esecuzione di obblighi di fare o non fare, nonché per l’iscrizione di ipoteca giudiziaria.

Per maggiori informazioni: 0364.1955486, 348.4034894, valcamonica@emediation.it.