MILANO – Rating, Moody’s: outlook dell’Italia da negativo a stabile

0

Per la prima volta da molto tempo, dalle agenzie di rating giunge una buona notizia per il nostro Paese. Da un’agenzia in particolare, Moody’s; che, pur confermando il giudizio sulla capacità dell’Italia di solvenza del proprio debito sovrano ad un livello piuttosto basso – ovvero, Baa2 – ha portato l’outlook (la previsione sulle prospettive future) da negativo a stabile.

standardE’ la prima volta dal giugno del 2011 che, dall’agenzia, non provengono segnali negativi. Allora, il nostro rating era stato fissato ad Aa2, per poi essere progressivamente degradato fino all’attuale livello. La discesa è consistita in un balzo indietro di sei livelli.

Le dimissioni di Enrico Letta da presidente del Consiglio, l’imminente avvicendamento con Renzi, e il trambusto che sarà provocato dall’inevitabile cambio dei ministri del governo, non spaventa l’agenzia. “L’attesa per un nuovo governo guidato da Matteo Renzi – afferma Moody’s – non altera le nostre aspettative”; al contrario, il giudizio è stato espresso tenendo conto della “resilienza della solidità finanziaria del governo italiano” nonché della “riduzione dei rischi per il bilancio italiano derivanti da potenziali passività legate a esigenze di ricapitalizzazione delle banche italiane e prestiti da parte del Fondo europeo di stabilità finanziaria”.

Secondo Moody’s, si tratta di fattori che fanno ben sperare circa la stabilizzazione dello stock di debito pubblico che, per il 2014, dovrebbe stabilizzarsi leggermente al di sotto del rapporto del 135% sul pil, contestualmente alla presenza di una modesta ripresa economica.

Fonte: CGIA