BRESCIA – I lavoratori socialmente utili saranno usati per ripulire i graffiti

0

La giunta Del Bono porta avanti il lavoro di rigenerazione urbana: le persone impiegate nei lavori socialmente utili sono attualmente 65 e a queste andranno ad aggiungersene alte quattro che, insieme agli operai del Comune, avranno il compito di pulire la segnaletica verticale.

932801-faenza_sUna decina di carcerati verranno poi usati per la rimozione di tag e graffiti su spazi pubblici e la priorità verrà data alla pulizia della scuole, delle panchine, dei sottopassi e dei giochi nei parchi pubblici.

L’assessore Valter Muchetti ha spiegato che ciò è possibile grazie ad un accordo siglato fra il Comune, il Tribunale di sorveglianza e le due direzioni degli istituti penali di Brescia, che fa riferimento ad un protocollo d’intesa del giugno 2012 tra Anc e Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria. Brescia Mobilità fornirà ai carcerati parte di abbigliamento e le necessarie attrezzature. Potranno aderire anche le associazioni Carcere e territorio e Volca.

Ai carcerati, alla fine del percorso, verrà rilasciato un attestato il quale, una volta usciti dal carcere, potrà favorire il loro reinserimento sociale. Sarà anche dato loro un rimborso minimo di un euro all’ora ed un buono pranzo.

Una volta ripuliti gli spazi pubblici si spera che i writer non tornino subito ad imbrattare muri e panchine. Il sindaco Del Bono invita al senso di civiltà. Un città pulita è più bella per tutti!