BRESCIA – Caffaro: passi avanti verso la bonifica

0

Passi avanti verso la bonifica del sito di interesse nazionale Brescia Caffaro. Importanti decisioni sono state prese durante la Conferenza di Servizi convocata a Roma dal ministero dell’Ambiente alla quale per il Comune di Brescia hanno partecipato l’assessore all’Ambiente, Verde e Protezione Civile, Gianluigi Fondra, e il responsabile del Settore, Angelantonio Capretti.

Durante la Conferenza Sogesid, società incaricata dal ministero,  ha illustrato lo stato di avanzamento degli interventi previsti e per i quali, già dal mese di maggio 2013, sono stati avviati contatti con il Comune di Brescia e con gli altri Enti (Asl, Arpa, Regione) al fine di condividere le procedure e stabilire la tempistica. Il cronoprogramma è stato sostanzialmente rispettato.

l43-caffaro-121221214058_mediumCAMPO CALVESI. La proposta presenta dal Comune di Brescia per l’ integrazione delle indagini di caratterizzazione dell’area “Campo di Atletica Calvesi” in via Morosini è stata approvata dalla Conferenza di Servizi che ha chiesto, contestualmente, alcune integrazioni e ha stabilito delle prescrizioni. Si tratta di un primo importantissimo passo per consentire l’avvio della bonifica di questa area al fine di restituire  alla città il suo campo “storico” di atletica.

PISTA LUNGO IL MELLA. Parere favorevole per il progetto di messa in sicurezza di emergenza della “Pista ciclabile lungo il fiume Mella”. La Conferenza di Servizi ha richiesto a Sogesid alcuni approfondimenti sulle indagini e richiedendo che venga elaborata un’analisi del rischio al fine di valutare le condizioni di fruibilità dell’area

AREE AGRICOLE.  L’attuazione degli interventi per le aree agricole è in carico a Regione Lombardia attraverso Ersaf. La Conferenza di Servizi ha preso atto della Relazione annuale 2013 di Ersaf (incaricata dalla Regione) e ha chiesto alla Regione di trasmettere gli esiti della caratterizzazione chimica e microbiologica dei terreni interessati dalla attività di biorimedio, appena questi saranno disponibili dopo la conclusione  delle attività di indagine.

QUALITA’ DELL’ARIA E DELL’ACQUA. Con riferimento al il monitoraggio dell’aria nel Comune di Brescia e al monitoraggio della qualità delle acque di falda nel sito di interesse nazionale, la Conferenza di Servizi ha chiesto ad Arpa Lombardia di trasmettere, a conclusione delle attività e nei tempi tecnici strettamente necessari, gli esiti dei monitoraggi delle matrici ambientali acque di falda e aria unitamente ad una valutazione, da effettuare con Asl, delle eventuali misure di prevenzione da intraprendere.

ANALISI E VALUTAZIONI. Con riferimento alle valutazioni epidemiologiche e alle attività di biomonitoraggio e monitoraggio delle matrici alimentari, la Conferenza di Servizi ha chiesto all’Istituto Superiore di Sanità e all’Asl di Brescia di trasmettere, a conclusione delle attività e nei tempi tecnici strettamente necessari, un documento di sintesi degli esiti delle attività previste nell’accordo di programma.

ANALISI IN VIA CAPRERA. Riguardo alle indagini eseguite da Arpa sulle discariche di via Caprera, la Conferenza dei Servizi ha chiesto alla Regione Lombardia e al Comune di Brescia di valutare, d’intesa con Arpa Lombardia e Asl di Brescia, l’opportunità di ridefinire gli interventi previsti dal Piano Operativo di Dettaglio (Pod) della Convenzione sottoscritta il 24/04/2013, al fine di consentire a Sogesid l’avvio degli interventi di messa in sicurezza d’emergenza.

IL RUOLO DI SOGESID. Le azioni in capo a Sogesid riguardano lo studio di fattibilità per la realizzazione degli interventi di messa in sicurezza e bonifica delle acque di falda, la messa in sicurezza delle rogge, del parco di via Passo Gavia, della pista ciclabile e di alcuni giardini privati.

L’Assessore Fondra esprime la sua soddisfazione per gli esiti dell’incontro, rilevando la grande disponibilità degli Enti partecipanti a rendere più celeri le complesse procedure che regolamentano i siti di interesse nazionale. Auspica che al più presto si riunisca la conferenza decisoria successivamente alla quale le procedure oggetto dell’incontro odierno potranno essere proseguite o avviate.