VALLE DEL CHIESE – Alla scoperta dei riti e della tradizioni del Carnevale alpino

0

Tra gli eventi che contribuiscono a rendere attraente la proposta invernale della Valle del Chiese in Trentino, insieme alla bellezza dell’ambiente e alle atmosfere ovattate del paesaggio sotto la neve, c’è anche il Carnevale, che in questa, come in tutte le valli alpine, assume espressioni cariche di simbolismo e di valenze culturali oltre che di spensierata festa.
E uno degli eventi più attesi in Valle del Chiese e in tutte le Giudicarie è proprio il Gran Carnevale di Storo che da moltissimi anni oramai anima questa comunità e non solo con ironia e originalità, e anche per questa edizione ha in serbo un ricco programma con divertimento assicurato per grandi e piccini.

gran_Carnevale_di_StoroIl Carnevale Storese, che nel 2014 giunge alla 47^ edizione ed ha la sua anima nella Pro Loco di Storo M2, si aprirà nel primo weekend di marzo, dalle ore 21 di sabato 1 marzo 2014 con una serata danzante.

Clou dell’evento saranno le due spettacolari sfilate di gruppi mascherati e carri allegorici, alle quali parteciperanno gruppi da tutte le valli Giudicarie, in programma  rispettivamente nella giornata di “martedì grasso”, il 4 marzo, e in quella del sabato successivo 8 marzo. Al termine di questa seconda sfilata si svolgerà anche il tradizionale ballo in maschera di chiusura del Gran Carnevale. Teatro della manifestazione sarà il campo sportivo “Le Piane”, presso la medesima località.

Su www.visitchiese.it potrete scoprire tutte le informazioni sui tanti eventi e appuntamenti del carnevale organizzati anche negli altri paesi della Valle del Chiese.

Nell’allegra e spensierata atmosfera delle feste di Carnevale si rinnova il matrimonio tra il territorio e i suoi prodotti tipici, degno complemento agli appuntamenti in maschera, come la rinomata polenta di Storo, il radicchio dell’orso, trote e salmerini, i formaggi di malga, lo speck, il miele, i marroni. Sapori esclusivi e autentici protagonisti di questa festa, una qualità che non è solo frutto di sapri artigianali antichi e trasmessi fino ai nostri giorni, ma che trova un primo fondamento proprio nell’ambiente, nel grado di naturalità che contraddistingue il territorio stesso della valle.
Non per nulla è una polenta molto speciale, il piatto simbolo di questo territorio, ma potremo tranquillamente definirla “l’ambasciatrice” sulle tavole italiane della Valle del Chiese: si tratta della polenta carbonera, preparata con farina gialla di Storo, acqua, sale, salame, burro e formaggi. Un piatto da innaffiare con un buon “rosso” come il Teroldego Trentino DOC, che in inverno restituisce le calorie spese in escursioni sulla neve con le racchette da neve, sugli sci o a piedi, e altrettanto si può dire di altri tipi di polenta tipici come la “macafana”.

E per chi vuole immergersi nelle atmosfere del Carnevale Storese, o praticare anche a marzo attività sportive soft nella natura più autentica, godendosi il fantastico ambiente

invernale con il primo tiepido sole primaverile, c’è l’opportunità di sperimentare un‘ospitalità rurale e familiare fortemente legata al territorio, che esprime in maniera concreta un’idea di turismo sostenibile sulla quale sono impegnati, amministratori e operatori del turismo, insieme alle stesse comunità della valle.

Le proposte vacanza partono da 29,00 euro a persona, per 1 pernottamento con prima colazione, welcome drink e kit informativo oltre alla partecipazione facoltativa alle manifestazioni del Carnevale.