SAREZZO – Gli obiettivi del mandato vanno online per la trasparenza

0

Si chiama Sistema di raccordo tra programmazione, gestione e rendicontazione degli obiettivi. In pratica, dare la possibilità ai cittadini di sapere se il Comune si è comportato bene durante la legislatura e ha raggiunto gli obiettivi che si era prefissato. E’ l’idea del portale online “Obiettivi strategici 2010-2013” presentato ieri al municipio di Sarezzo dal sindaco Massimo Ottelli per fare il bilancio di fine mandato rispetto al funzionamento delle istituzioni comunali. La sezione del sito è stata completata ed è già visibile sul portale del Comune dove tutti i cittadini possono verificare quanto è stato fatto dal 2010 al 2013.

Il portale presentato in Comune
Il portale presentato in Comune

Ci sono voluti due anni di lavoro, messi in campo dai dipendenti comunali e senza incidere sul bilancio, per realizzare pagine, riassunti e schemi che tracciano quattro anni di attività all’interno del palazzo di piazza Battisti e sul territorio. La prima funzione è quella di mostrare realmente quali obiettivi sono stati raggiunti. Per farlo, la gestione è stata divisa in sei aree caratterizzate da colori diversi per identificare le singole attività. C’è spazio per la comunicazione, cioé come il Comune ha informato i suoi cittadini attraverso i social network e il bollettino locale, poi la sicurezza per i cittadini, lo stato dei lavori pubblici, politiche sociali per famiglie, giovani e anziani, istruzione, cultura e attività ricreative e infine le politiche fiscali.

“E’ un portale innovativo – ha commentato il sindaco Ottelli – dove chi viene amministrato può verificare cosa è stato fatto e se le linee guida del programma elettorale sono state rispettate. E’ utile non solo per i cittadini, ma anche per gli amministratori che verranno, perché potranno usare questa traccia e aggiornare i vari punti, modificando anche gli obiettivi”. Il portale raccoglie documenti, regolamenti, strumenti urbanistici come il Pgt, progetti attivati per le scuole, come accedere ai servizi comunali e altri adempimenti. La sezione riporta anche l’assessore competente dei vari settori, le iniziative collegate e i dipendenti responsabili che hanno lavorato a ogni singolo progetto.

A presentare il portale c’erano anche i tecnici comunali Gianfranco Tavella, Silvia Zanotti e Marzia Belleri che hanno sottolineato come sia stato un lavoro complesso, soprattutto per la necessità, prevista dalla legge, di riassumere in modo schematico le linee guida dell’amministrazione. Infatti la trasparenza verso i cittadini come con questo portale è un obbligo previsto dalla normativa, ma Sarezzo è stato uno dei primi ad attivarsi in provincia.