LUMEZZANE – Vittoria a Mantova che vale il primato per il Patarò Rugby

0

Tabellino

Coenergia Caimani 5- 26 Patarò Lumezzane (0-5)

Coenergia Caimani:Valenti; Ndoye (28′ st Giandonato), Panizzi, Ozzarini (37′ st Rifici), Banderi (37′ st M. Flisi), S. Flisi, Leona; Abourouche, Camurrri, Leoni; Gianelli, Favagrossa; Cavallero, Paolucci (37′ st Valenza), Contri. A disposizione: Affolter, Parmiggiani, Diambri, M.Flisi. Allenatore: Sciamanna

Patarò Lumezzane: Masgoutiere; Fazzari (37′ st Bettinsoli), Tamburri, Zaffino, Costantini, Locatelli, Cittadini; Cuello, Ghizzardi, Seminara (23′ st Cropelli); Scotuzzi (37’st Bugatti), Montini; Piciaccia (28′ St Peveroni), Cairo (23′ st Zoli), Cerri (28′ st Vitrani). A disposizione: Cudicio. Allenatore: Michael Gosling

Arbitro: Stevenato (Venezia)          

Marcatori: Pt: 20′ m Cerri tr. Locatelli, 26′ m Piciaccia tr Locatelli, 32′ m Favagrossa; St: 15′ m Cerri tr. Locatelli, 37′ m Costantini.

Note: fine pt:5- 14; Spettatori:100; cartellini gialli: 25′ pt Ozzarini, 10′ st Fazzari                                                                         rugby_lumezzane_logoA Bondanello di Moglia il Patarò Lumezzane diventa l’unico proprietario del posto di comando del girone A della serie B. Una prestazione di carattere, sostanza e lucidità permette al quindici di coach Gosling di superare con bonus, su un terreno di gioco abitato esclusivamente dal fango, anche i ruvidi Caimani di Sciamanna e Robertson, mentre l’Asr centra solo quattro punti nel derby col Grande. Superlativa la prestazione del pack valgobbino che non ha avuto nessun problema in mischia chiusa (una sola quella persa), controllando sempre la prima linea dei padroni di casa e costringendola spesso ad indietreggiare. Sul campo sito a pochi passi dal minaccioso fiume Secchia l’equilibrio ha, infatti, regnato soltanto per i primi nervosissimi venti minuti, durante i quali sia i valgobbini che i padroni di casa  hanno sprecato alcune ghiotte occasioni di sbloccare lo score dallo 0-0.

Privato, a causa del paludoso terreno di gioco, dello spumeggiante e veloce gioco dei propri trequarti, il Lumezzane, con lucidità tattica, si è affida, così, alla propria mischia, che non  delude le aspettative.

Alla terza rimessa laterale ottenuta a ridosso dei 22 dei Caimani, il Lumezzane  imposta un organizzato e poderoso raggruppamento in piedi che macina tutti i metri necessari a varcare la linea di meta. Valentino Cerri schiaccia l’ovale, mentre Locatelli non fallisce la facile trasformazione del 7-0.  Dopo soli sei giri di lancette è ancora una rolling maul da rimessa laterale a portare il collettivo ospite a ridosso della meta avversaria. I Caimani riescono a fermare, irregolarmente, l’avanzata del pack rossoblù, ma non a impedire la segnatura. Gli ospiti giocano infatti velocemente il calcio di punizione ottenuto e, a conclusione di una serie di pick and go, il pilone Piciaccia firma la seconda marcatura alla bandierina. Locatelli trova i pali, per il 14-0. Negli ultimi dieci minuti del primo tempo il Lumezzane fa i conti con la tentata rimonta dei padroni di casa. Al 32′, la franchigia di Sciamanna e Robertson punisce i valgobbini proprio con una rolling maul da touche, ottenendo i primi e unici cinque punti di giornata (targati Favagrossa). Nel finale i Caimani prendono fiducia e in diverse occasioni si dimostrano parecchio pericolosi. Allo scoccare del 40′ riescono addirittura a far indietreggiare la mischia dei valgobbini, ottenendo un calcio di punizione che, però, Valenti non riesce a trasformare.

La ripresa è un monologo degli ospiti, che non si lasciano scoraggiare  dal cartellino giallo ingiustamente rimediato dall’ala Fazzari (punito per un inesistente placcaggio alto) e, al 15′, segnano ancora con Cerri che finalizza una rolling maul nata fuori dai 22 dei Caimani. Locatelli trova le acca, per il 21-5. I padroni di casa calano sul piano fisico, ma il Patarò riesce ad approfittarne solo a tre minuti dal triplice fischio, quando marca la meta del bonus, questa volta frutto de lavoro dei trequarti che usufruiscono della vistosa superiorità numerica al largo segnando con  Costantini.

Al triplice fischio i valgobbini consegnano, così, al proprio coach Mike Gosling il più gradito regalo di compleanno: la terza vittoria con bonus consecutiva del 2014 che vale l’esclusiva  del titolo di primi della classe. Tra due domeniche lo scontro al vertice con i diretti rivali dell’Asr, attesi al Rossaghe.

Il commento di coach Gosling: ” Sono contento, ma abbiamo faticato parecchio, infatti, abbiamo siglato la meta del bonus solo a tre minuti dallo scadere, però i ragazzi hanno tirato fuori tutto quello che avevano. Il campo era pesantissimo, ma  ci eravamo preparati tutta la settimana per giocare su un terreno di gioco così e abbiamo fatto bene. La partita l’hanno vinta soprattutto i primi cinque uomini e  Montini, Cerri,  Scotuzzi hanno fatto un partitone. In rimessa laterale abbiamo faticato un pochino nella ripresa, ma mancava il nostro primo saltatore Rizzotto. Complimenti ai Caimani che sono una squadra giovane, ma che non molla mai e con un bel gioco al piede. Adesso ci prepariamo per ricevere l’Asr tra due settimane.”