PADENGHE – Rifiuti, differenziata oltre il 60%. Il Comune replica a 5 Stelle

1

L’amministrazione è soddisfatta per i dati della raccolta differenziata nel 2013, forniti da Garda Uno, che evidenziano un oltre 60% di raccolta differenziata.

garda uno

La realtà padenghina, costituita da molte seconde case e residence, necessita di un sistema di raccolta tarato su misura, per i residenti, per i turisti, per le abitazioni singole e per gli agglomerati. A distanza di un anno dall’introduzione della raccolta “porta a porta” sono state trovate soluzioni per ogni realtà e sempre nuove saranno introdotte nell’ottica di un miglioramento continuo del servizio.

Ovviamente, molto è dipeso e dipenderà dai comportamenti virtuosi dei cittadini, senza i quali è impensabile ottenere risultati soddisfacenti. Questi sembrano comunque aver capito che riciclare non è soltanto ecologico, ma pure economico, dato che i costi del servizio, dal 2012 al 2013, si sono ridotti proprio in virtù del “porta a porta” intergrale. L’elemento che ha contribuito maggiormente a tale riduzione è stata la drastica diminuzione dei rifiuti indifferenziati, pari al 43%, avviati a smaltimento presso il termodistruttore “Nerone” di Brescia. Ciò consentirà una riduzione della tassa, ovviamente ripartita in proporzione su tutta la popolazione e attività produttive.

L’amministrazione del comune valtenesino coglie, poi, l’occasione per fare alcune precisazioni sul contratto stipulato con Garda Uno. “Il comune di Padenghe – spiega il Sindaco Avanzini – come tutti i comuni dell’Unione, ha deciso di utilizzare il recupero economico dei rifiuti riciclati a scomputo del costo del servizio e nessun regalo è stato fatto a Garda Uno che, al contrario, dopo lunga trattativa, ha incluso nel contratto la fornitura ogni anno dei sacchetti per la raccolta ed ha finanziato tutte le spese di start-up del nuovo servizio”.

Il contratto che Desenzano fece con Garda Uno già nel 1997 prevedeva un ristoro al Comune da parte di Garda Uno di una cifra oggi rivalutata e quantificabile in circa € 80.000. – rilancia l’Assessore Baronio, rispondendo alle osservazioni del locale Movimento 5 Stelle  – Fatti i rapporti degli abitanti dei due Comuni (censimento 11/10/2011) di 4.276 di Padenghe e di 26.793 di Desenzano sono 1 a 6. Il rapporto di 1 a 6 di € 80.000 è € 13.000: noi fruiamo di € 7.128 di fornitura gratuita ogni anno per sacchetti plastica e forsu e della riduzione dei costi di trasporto per alcuni prodotti valorizzati, comportamento che Garda Uno pone in alternativa rispetto alla monetizzazione, come avviene per Desenzano”. Ed aggiunge: “Il contratto di Padenghe prevede il pagamento dei servizi e del materiale che Garda Uno fornisce (€ 804.000, preventivo 2013, ridottosi a €759.000 consuntivo 2013) e il rimborso per la vendita del materiale differenziato di € 26.427 non in contanti ma in servizi che Garda Uno ci fornisce. Come si vede cambia il tipo di pagamento, ma i rimborsi ci sono lo stesso e nella proporzione circa di 1 a 6”.

Le osservazioni del M5S e la risposta integrale dell’Assessore Baronio sono visualizzabili al seguente link.

 

1 Commento

  1. Bene, visto che il Comune afferma di aver ridotto le spese del servizio, vorrà dire che la parte in più di tassa sui rifiuti che mi è arrivata me la rimborseranno loro.

Comments are closed.