BRESCIA – Confesercenti raccoglie 429 firme contro la Tares

0

Lo scorso 14 gennaio ha preso avvio la raccolta delle firme per la Petizione No Tares, promossa da Confesercenti e animata dall’obiettivo di sensibilizzare l’amministrazione comunale di Brescia sulle problematiche connesse ai costi di raccolta e smaltimento dei rifiuti per alcune tipologie di attività commerciali. Dopo circa un mese di distanza, al sindaco Emilio del Bono è stato consegnato un documento che raccoglie 429 firme di imprenditori appartenenti alle categorie 24, 25 e 27 (ristoranti, bar, fioristi, pescherie e fruttivendoli).

??????????????????????????????????????????In modo particolare gli imprenditori delle categorie su menzionate chiedono una riduzione di almeno il 40% degli importi Tares, tariffe differenziate per classi dimensionali, meccanismi virtuosi che consentano, a fronte di una riduzione dei rifiuti prodotti e maggiore collaborazione nella raccolta, di conseguire risparmi per le imprese, abbattimenti per le attività stagionali.

“Confermiamo la nostra disponibilità a trovare le opportune soluzioni – ha detto il direttore generale di Confesercenti Alessio Merigo –  e  restiamo in attesa di un positivo riscontro in merito alle richieste contenute nella petizione”.