PROVAGLIO D’ISEO – Pressione fiscale: il Comune concede contributi

0

Per effetto della perdurante crisi economica generale e delle sue ripercussioni anche in termini di maggiore disoccupazione e di ricorso sempre più esteso ad ammortizzatori sociali quali cassa integrazione straordinaria e mobilità anche tra la cittadinanza del Comune di Provaglio è aumentato sensibilmente il numero dei soggetti in stato di disagio economico.

Numerose sono le richieste che negli ultimi mesi hanno investito il Servizio del Welfare  comunale riassumibili non solo in richieste di alloggio a canone moderato, ma richieste di contributi per il pagamento bollette (luce, gas, acqua), richieste di lavoro e richieste di pacchi alimenti che hanno indotto l’ Amministrazione Comunale ad  intervenire con strumenti di carattere socio assistenziale attribuendo un contributo ai soggetti più bisognosi.prova

Con deliberazione n.° 165 dello scorso 28 dicembre, la Giunta Comunale ha ritenuto quindi di dare applicazione alla volontà espressa dal Consiglio Comunale prevedendo interventi a favore della popolazione anziana (esempio: accordo annuale Comune/Sindacati Pensionati) o a favore di nuclei familiari in gravissime condizioni socio-economiche.”

Il primo passo è stata la costituzione di un fondo pari a € 10.000,00 destinato a all’erogazione di un contributo atto ad attenuare la pressione fiscale di tutte le persone fisiche residenti nel Comune di Provaglio d’Iseo al momento di presentazione della domanda che abbiano almeno una delle seguenti caratteristiche:

1.     un indicatore ISEE non superiore ad € 10.000,00, (Redditi riferiti all’anno 2012). L’ammontare del contributo, in base all’ISEE, potrà variare tra un limite minimo di € 65,00 e un limite massimo di € 215,00.

2.     essere in condizione di grave disagio sociale ed economico, certificato dal servizio sociale del Comune. L’ammontare del contributo per i casi sociali, potrà variare tra un valore minimo di € 65,00 e un limite massimo di € 300,00.

3.     nel cui nucleo familiare sia presente almeno una delle seguenti categorie di lavoratori:

–       disoccupati da almeno 4 mesi a causa di licenziamento per giusta causa;

–       disoccupati da almeno 4 mesi a causa della scadenza di un precedente

contratto di lavoro a termine non rinnovato (compresi i contratti di collaborazione e a progetto);

–       collocati in cassa integrazione guadagni (C.I.G.).

La domanda di contributo, comprensiva di tutti gli allegati richiesti, potrà essere presentata dal 6 al 28 febbraio 2014 presso l’Ufficio relazioni con il pubblico del Comune, utilizzando l’apposito modulo disponibile presso gli uffici comunali o scaricabile dal sito internet del comune www.comune.provagliodiseo.bs.it.

Dopo la chiusura del bando il dott. Serra Luigi, responsabile dell’Ufficio Servizi del Welfare, provvederà a verificare la regolarità delle domande pervenute, a stilare ed approvare la graduatoria, ordinando le istanze risultate idonee in ordine crescente di ISEE. La graduatoria provvisoria sarà pubblicata all’Albo pretorio online del Comune di Provaglio d’Iseo e, entro i 15 giorni successivi alla pubblicazione, gli interessati potranno presentare opposizione avverso la graduatoria provvisoria, indirizzandola al Responsabile del procedimento e allegando le proprie osservazioni.

In assenza di opposizioni, la graduatoria provvisoria sarà dichiarata definitiva allo scadere dei termini previsti per il ricorso.

“Nonostante la scarsità di risorse che caratterizza questo periodo di forte crisi economica – sostiene Giambortolo Albertelli, Assessore ai Servizi del Welfare e Vicesindaco – siamo riusciti  a garantire un fondo per dare un segnale di attenzione a quelle fasce di popolazione che stanno pagando maggiormente il peso della crisi economica in cui è piombato il Paese. Invito tutti coloro che pensano di rientrare in una delle casistiche previste dal bando a farsi avanti e a non vedere interventi di questo tipo come un ulteriore motivo di sconfitta ma considerare una richiesta di aiuto come una risorsa preziosa”.