BRESCIA – Voto agli immigrati: la Lega sul piede di guerra

0

La Giunta Del Bono ha proposto i consigli di quartiere e con apposita delibera ha stabilito che gli extracomunitari residenti nel Comune di Brescia da almeno 5 anni consecutivi godono del diritto di voto. La Lega non ci sta e prepara una serie di emendamenti da presentare in consiglio comunale. Il limite temporale di residenza per esercitare il diritto di voto secondo gli esponenti del Carroccio dovrebbe essere innalzato a 10 anni.

2151576475Il Consigliere Massimo Tacconi ha spiegato che ove gli emendamenti proposti non vengano accolti ci sarà una raccolta di firme per un referendum cittadino. Paolo Sabbadini ha aggiunto che la giunta Del Bono, a suo giudizio, si prefigge non tanto l’obiettivo di favorire l’integrazione degli stranieri ma piuttosto quello di strumentalizzare un diritto al fine di ottenere maggiori consensi, che si tradurrebbero in un numero crescente di coti. Giacomo Lini, il responsabile del decentramento, ha aggiunto che ad oggi né l’anagrafe né l’ufficio elettorale sarebbero in grado di verificare il carattere continuativo della residenza nel Comune degli stranieri.

La questione verrà decisa nella prossima seduta del consiglio comunale, fissata per il prossimo 13 febbraio.